Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Murubutu in concerto al Deposito Pontecorvo

Serata che inizia sin dal principio a far saltare gli spettatori venuti in gran numero per le rime di Murubutu con i Menga Mega. L’aria che si è respirata è stata quella di un hip-hop nudo e crudo. Rime taglienti, beat quattroquarti che hanno dettato il tempo guidandoci con le frequenze basse dei kick e dei bassi.
Murubutu sale sul palco annunciandosi con “Isola verde”, facendoci immergere sin subito nelle storie che il “professore” racconta con il suo rap.

murubutu

Accompagnato sul palco da la Kattiveria Crew che riesce ad amalgamarsi alla perfezione con i brani di Murubutu.

Il concerto si è concluso con uno dei pezzi più conosciuti: ” i marinai tornano tardi”.

Il pubblico, che è stato sempre ricettivo dall’inizio alla fine, è stato guidato dalla voce narrante di Murubutu attraverso il suo mondo, le sue storie e i suoi racconti, cantando in sieme a lui ogni singola strofa e rima.

In poche parole un tutt’uno  con lo show.

murubutu

Ogni concerto che si rispetti pretende certi riti che ormai, per quanto mi riguarda, sono duri a morire. Uno di questi è lo scartare il cd comprato durante la serata. Prima assaporarne l’odore, poi sfogliare i sempre più ristretti booklet.  Quello di “L’uomo che viaggiava nel vento” è molto scarno ma una citazione di Lyall Watson mi fa soffermare:

Tra tutte le cose naturali il vento è sempre stata la cosa più difficile da afferrare. Ci sfiora, ci muove ma non possiamo toccarlo a nostra volta.  Fu la nostra prima esperienza dell’ineffabile. Qualcosa con una potenza indescrivibile. Troppo remoto per essere visto ma abbastanza vicino per essere vissuto in modo intimo, quasi personale..

murubutu

Ecco questo riassume il concerto di Murubutu al Deposito Pontevorvo.

La sua musica si sente, permea tutto lo spazio durante il suo continuo storytelling. Le parole sembrano prendere vita da libri di racconti trascinandoti in mondi immaginari e facendoti vivere mille storie, mille vite.

I suoi sono testi hanno una potenza indescrivibile.

post di questa categoria

Lorenzo Kruger al Cinema Lumière, Pisa

Lorenzo Kruger e le ca...

Lorenzo Kruger e le canzoni dei Nobraino [report]

villazuk

VillaZuk + Dome la Mue...

VillaZuk + Dome la Muerte EXP [ report ]

james senese

James Senese live @Lum...

James Senese live @Lumiere Pisa [ report + foto ]

eventi james senese

eventi in toscana: lum...

eventi in toscana: lumiere, deposito e…|atp #126

ultimi post caricati

FIPILI HORROR FESTIVAL

FIPILI Horror Festival...

FIPILI Horror Festival 2018 – settima edizione

IJF18: Ferruccio De Bortoli

#IJF18: Ferruccio De B...

#IJF18: Ferruccio De Bortoli “Giornalismo e rivolta. mezzo secolo dopo il ’68″

mosul

#IJF18: Mosul eye racc...

#IJF18: Mosul eye racconta l’atrocità dell’Isis

#IJF18 - Il caso David Rossi - Foto di Sara Binelli

#IJF18 – Il caso...

#IJF18 – Il caso David Rossi

Commenti