Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Non Una Di Meno: abbiamo un piano

Le femministe di Non Una Di Meno tornano da tutta Italia ad invadere le strade di Roma. Presente una delegazione Pisana.

Sabato 25 novembre a Roma un corteo di circa 150mila persone, ha manifestato al grido unanime “Non Una di Meno, abbiamo un piano!”.

La Manifestazione nazionale di Non Una Di Meno è partita da Piazza della Repubblica ove, sin da dopo mezzogiorno, si sono riunite donne provenienti da ogni parte della penisola.

Noi eravamo presenti in loco insieme alla delegazione pisana di Casa della Donna e cercheremo di raccontarvi gli intenti, gli spiriti e gli avvenimenti che possono aiutare a ricostruire a pieno questa giornata.

Manifestazione Nazionale Non Una Di Meno ph. Isabel  Viele

Manifestazione Nazionale Non Una Di Meno ph. Isabel Viele

Il nostro racconto inizia con un riepilogo del percorso femminista che ha portato alla creazione di questo evento.

È iniziato tutto un anno fa, quando il 26 novembre 2016 ( qui il report relativo), una marea umana invase per la prima volta le strade di Roma, in contemporanea ad altre/i sostenitori in tanti altri Paesi del mondo. Il giorno seguente ebbe luogo una prima assemblea da cui si gettarono le fondamenta per la nascita di un nuovo movimento femminista avente il nome  Non Una Di Meno.

Da allora si sono susseguite tante nuove assemblee che diedero vita  a numerosi eventi di protesta e sensibilizzazione, tra cui lo spettacolare sciopero globale delle donne dal lavoro produttivo e riproduttivo avvenuto lo scorso 8 marzo 2017, iniziativa a cui partecipò anche la città di Pisa (Non Una Di Meno Pisa).

Il frutto più importante di questo anno di lavori, è stato però la stesura di un Piano femminista nato da quattro assemblee nazionali in cui si riunirono ben nove tavoli di lavoro. L’ obiettivo è stato un  approfondimento di tematiche tanto diverse quanto connesse tra loro: i percorsi di fuoriuscita dalla violenza, l’ ambito legislativo e giuridico, lavoro e welfare, il diritto alla salute sessuale e riproduttiva, l’educazione e la formazione, i femminismi e le migrazioni, la narrazione della violenza attraverso i media, il sessismo nei movimenti, le questioni inerenti alla terra, corpi, territori e spazi urbani.

Con questi intenti, sabato 25 novembre, sono partiti 25 pullman autorganizzati da varie città italiane con meta la capitale ed in particolare la già citata Piazza della Repubblica, ove si sono concentrati gli aderenti alla manifestazione e da dove due camion hanno scortato le femministe durante il loro percorso, accompagnandole con musica e dando loro la possibilità di effettuare degli interventi a bordo.

Tante le e i partecipanti presenti:  donne, uomini, ragazzi e ragazze di ogni età, genere, estrazione sociale e a religione che hanno percorso le strade di Roma fino a San Giovanni in Laterano nel giorno della Giornata Internazionale dell’ eliminazione della violenza contro le donne.

Immagine assemblea 26 novembre ph. nonunadimeno.wordpress.com

Immagine assemblea 26 novembre ph. nonunadimeno.wordpress.com

Ma le iniziative non si sono concluse con la giornata del 25. Domenica 26 novembre è avvenuta una nuova assemblea partecipata presso la Facoltà di Psicologia dell’ Università la Sapienza di Roma, in cui è emersa la volontà di proseguire la lotta, costruendo un nuovo anno di altrettanti eventi e assemblee e, riproponendo tanto lo sciopero globale che ogni altra forma e strumento per portare avanti un piano condiviso che mira ad un cambiamento profondo e radicale della società in cui viviamo, con la finalità ultima di eliminare ogni forma di violenza di genere.

Seguiremo da vicino l’evolversi di tale processo, giacchè il Piano, come hanno affermato più volte le femministe sia nel corteo che nelle conclusioni del testo da loro redatto è in divenire:

È un’ occasione, decisiva, che ci permette di vedere più chiaramente le linee di oppressione che si intrecciano e le resistenze che le spezzano. Abbiamo trovato una voce collettiva e non smetteremo di usarla. Abbiamo un Piano, e noi siamo la forza per realizzarlo.

Isabel Viele per RadioEco

 

post di questa categoria

Cous Cous Klan - Anteprima nazionale

Cous Cous Klan –...

Cous Cous Klan – Anteprima nazionale

godblesscomputers

Radioeco presenta: God...

Radioeco presenta: Godblesscomputers live e molto altro | atp #108

DSC_3053_2

Verità che ricordavo ...

Verità che ricordavo – Michele Santeramo al Teatro Era

cof

Non Una Di Meno: abbia...

Non Una Di Meno: abbiamo un piano

ultimi post caricati

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

Commenti