Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Octo Octa, Massimo Volume & more | Demography #344

Il lunedì è difficile per tutti, per cui affrontiamolo con un paio di cuffie e una nuova playlist di Demography. All’interno Octo Octa, Foals, Sonars, Splendore, Massimo Volume e molto altro.

Il nostro viaggio inizia con il nuovo lavoro di Octo Octa, moniker dietro cui si nasconde Maya Bouldry-Morrison. Uscirà per Technicolour, For Lovers, l’Ep di Octo Octa che ci fa ben sperare. Abbiamo un assaggio del progetto, la prima traccia che Octo Octa ha rilasciato, I Need You è una una dichiarazione audace riguardo al suo bisogno di amore durante un delicato periodo di rapidi cambiamenti. Scritta in un lungo tour trascorso da sola, questa radiosa lettera d’amore è la prima traccia vocale che Maya ha registrato in molti anni e la prima da quando ha fatto coming out in quanto trangender. Quella che sentiamo è la voce di una donna che ha dovuto affrontare una forte lotta personale, arrivando a capire che non è sola. Che le persone della sua vita sono e sono stati, essenziali per il suo processo di auto-accettazione e divenire, tant’è che la stessa Octo Octa scrive così sulla sua pagina Facebook: “This is for my friends, this is for my lovers, this is for the people I care about in my life, for my family, for those who support me, for those who need to be around me, and for those who I need to be around”.
For Lovers si prospetta come uno dei lavori più intensi di Octo Octa, in cui la producer riversa tutta la sua vulnerabilità.

Octo-Octa

Proseguiamo con altri due progetti molto interessanti. Il primo è Circlelight, progetto alt-folk di Emanuele Durante, cantante ed autore campano, classe 1987.  Avviato a Londra nel 2015, il progetto viene portato avanti all’inizio come solo act, passando da serate open-mic a piccoli festival, per poi diventare un progetto di band e calcare palchi più importanti, quali l’02 Academy di Islington.  Nel 2017 il ritorno in Italia coincide l’inizio del lavoro all’album di debutto, con l’intenzione di assecondare la natura più intimista del progetto.  L’intento è anche quello di esplorare nuove possibili vie, mischiando l’acustica all’elettronica e al lo-fi. Per farvi un’idea di che linea prenderà questo lavoro, basta ascoltare il singolo Stay Away, ottimo inizio per Circlelight che ha assorbito le parti migliori di un panorama musicale internazionale, in cui spiccano il primo Bon Iver, unito a un cantato molto più pop, piacevole, che rende la traccia pronta per essere consumata in loop.

Parliamo ora di Sonars, altro progetto a mio parere interessante. Siamo in casa INRI, da dove il 22 febbraio verrà pubblicato il primo album del duo elettro-psych. I Sonars, nati tra il Regno Unito e l’Italia e formati da Frederick Paysden e Serena Oldrati, ci addolciscono con un sound internazionale. Il singolo Love Me Anyway è una ballata morbida, elegante e allo stesso tempo essenziale. Mi raccomando cuffie e occhi chiusi, l’apprezzerete tanto.

octo sonar

Arriviamo ala parte più danzereccia della nostra playlist di questo lunedì. SPLENDORE  è un progetto nato nel mondo di Ivreatronic, collettivo che unisce dj, produttori, grafici, fotografi, illustratori con lo scopo di creare ed esportare un’idea di clubbing pura, iniziando dalla città da cui prendono il nome, Ivrea. Splendore ha appena pubblicato il suo primo singolo, al quale ha collaborato Populous e ci piace tantissimo, così come il videoclip che l’accompagna e vi metto qui sotto. Direi che qui potere anche togliervi le cuffie, alzare al massimo e far ballare tutto il condominio!

Finiamo questo tour con due ritorni più che graditi. Il primo è il singolo dei Foals  che stanno per guadagnarsi il titolo di Best Band Evah: nel 2019 sono previsti due nuovi album di inediti, più una data italiana, il 16 maggio al Fabrique di Milano. Nell’attesa ci ascoltiamo Exits e scalpitiamo insieme.
Infine, dulcis in fundo, troviamo i Massimo Volume, tornati dopo anni di silenzio con un nuovo album, Il Nuotatore. La paura era solo una, che partisse “l’effetto nostalgia” e che la band proponesse “il solito disco”. Due cose lasciatemele dire su questo punto. La prima, anche fosse stato il solito disco dei Massimo Volume, avrei comunque baciato a terra, perché manca tantissimo una band italiana di questo spessore. La seconda, hanno smentito in pieno questa paura: la formazione è ridotta all’osso, al nucleo originale, formato da Emidio Clementi, Egle Sommacal e Vittoria Burattini. Il sound è potente, pieno, e la scrittura è insuperabile. Date una penna a Clementi e vi stravolgerà le interiora.
Vi saluto con una traccia de Il Nuotatore uscito per 42 Records, Amica Prudenza.

octomassimo-volume

Grazia Pacileo

 

 

post di questa categoria

Mahmood

Mahmood, Lazza, T-Pain...

Mahmood, Lazza, T-Pain e molto altro | Demography #355

kokoroko-29

KOKOROKO live @ Lumier...

KOKOROKO live @ Lumiere Pisa | Pisa Jazz

51919770_340352986571618_6689221017295912960_n

Sorprese per questo fi...

Sorprese per questo fine febbraio. Festival, serate funky e swing | atp #165

Unloved

Unloved, Vök, Pereira...

Unloved, Vök, Pereira & more | Demography #354

ultimi post caricati

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Foto di Giuseppe Flavio Pagano

ensemble Entr’acte ...

ensemble Entr’acte – Concerti della Normale

50012384_10155968040120848_6768598884873666560_o

Pisa Jazz e tanti altr...

Pisa Jazz e tanti altri eventi | ATP #162

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Commenti