Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Le pagelle della seconda serata di Sanremo 2016

Ogni anno siamo qui a far le pagelle di Sanremo, cercando di capire se c’è qualcosa da salvare in ogni edizione della kermesse canora.

Già, perché è quasi sempre una lotta disperata tentare di distinguere qualcosa di buono e duraturo in mezzo alla melassa conservatrice di arrangiamenti prevedibili, testi imbarazzanti, stecche e registi audio che non azzeccano mezzo settaggio neanche sotto l’inseminazione dell’arcangelo Gabriele.

Fabrizio Bosso Sanremo 2016

Però quest’anno qualcosa si è mosso in quel palco, e non parliamo dei presentatori o degli interpreti. Parliamo dell’ospite Ezio Bosso, uno dei migliori compositori in circolazione. Oltre a regalare una bellissima e struggente esecuzione di “Following a bird”, tratta da “The 12th room”, ha anche detto alcune delle considerazioni più belle sulla musica che si siano sentite in questi anni: “La musica è una magia. Non a caso i direttori d’orchestra hanno una bacchetta” – oppure ancora: “La musica, come la vita, si può fare in un solo modo. Insieme”. La sua è stata una dimostrazione, commovente e oltre ogni pietismo televisivo di sorta, di come questa arte aiuti a guardare il mondo con occhi diversi. Se queste parole poi sono dette da un musicista affetto da SLA, la portata di questi pensieri non è quella di slogan promozionali, ma di vita vissuta, combattuta, desiderata, amata.

Ecco, prima di parlare dei cantanti in gara era necessario fare i conti con il peso di questo grandissimo artista. Il resto sono chiacchiere che passeranno tra una decina di giorni.

Ma visto che ora siamo nel turbine degli eventi e della chiacchiera, anche noi diremo la nostra sui peggiori (tantissimi) e sui migliori con le pagelle di questa seconda serata di Sanremo 2016.

ermal sanremo 2016

Chiara Dello Iacovo 6,5. Il suo scontro diretto con l’altissima Cecile lascia presagire una disfida tra Pigmei contro Watussi. L’abito, che pare sia stato gentilmente sponsorizzato da Domopak, non ci distrae dal fatto che abbia metabolizzato bene Daniele Silvestri. Il pezzo comunque c’è, la voce pure.

Cecile 5,5. Il pezzo poteva diventare la nuova suoneria sul cellulare di Salvini. Ma “N.E.G.R.A.”, per quanto abbia un testo così potente, forse non è stato sufficientemente supportato dal comparto base  ed esecuzione.

Irama 4. Giovane afflitto dal male incurabile del manierismo. Vuole trovare una via personale al Vascobrondismo, ma gnafà. E i suoi bellissimi occhi verdi non ci distrarranno dal fatto che alle radio un pezzo così sarà fatto a pezzi.

Ermal Meta 7. Il suon nome può sembrare una pomata contro la sciatalgia, e invece lui ha confezionato il pezzo migliore tra le nuove proposte. Il testo è ben scritto, l’arrangiamento nei canoni sanremesi. Gli perdoniamo anche qualche sbavatura vocale.

annalisa sanremo 2016

Dolcenera 7.5. Il pezzo merita interesse anche solo per il semplice fatto che è stato scritto e composto in ogni sua parte solo da lei. Tralasciamo il fatto che l’hook – il gancio che porta verso il ritornello – somiglia vagamente a “(You make me feel like) A natural woman” della Frankin. Però il pezzo è bello, ci sono delle sottili venature R’n’B, e avrà lunga vita oltre Sanremo.

Clementino 6.5. Non gli perdoneremo facilmente quell’abuso di “frà” e “fratè” nel testo. Tuttavia il principe dei freestyler italiani se la cava bene anche con un testo che offre poco spazio all’improvvisazione. Il pubblico di Sanremo non c’ha capito una sega del ritornello in napoletano, ma non possiamo togliergli il suo tratto distintivo. Comunque è una spanna oltre Fedez e gli altri cialtroni del mainstream.

Patty Pravo 3. Capiamo il suo desiderio di mettersi in gioco, di resistere agli assalti del tempo. Però il pezzo è una roba già sentita, e la voce non c’è. Poi non abbiamo capito se era veramente lei a cantare, o era Scanu ad imitarla. La standing ovation sul finale sembra un tributo alla sua incoscienza più che alla sua bravura.

Valerio Scanu 6. Presentato con la frase “Torna con una voce più potente e più matura”. E li giù risate. Poi lo ascolti e ti rendi conto che fa meno abbellimenti, meno facce da sfranta, e l’esecuzione è molto pulita. Niente di trascendente, per carità, ma il testo di Fabrizio Moro aiuta. Oggi è primo nelle vendite su iTunes, e l’ha messa nel “baogigi” a tutti, per dire.

Francesca Michielin 5. Sono lontani i fasti dei pezzi iper-radiofonici. Stavolta è solo radiofonica. Però ricorda robe già sentite, e il refrain non mette in luce nulla se non una specie di brutta via italiana a Lorde.

Alessio Bernabei 3. Ha cantato dopo l’esecuzione di Bosso. Solo per questo meriterebbe pietà. E invece noi vogliamo il suo sangue, perché sta zarrata EDM sembra un plagio mal riusciuto di “One Last Time” di Ariana Grande. Ste cafonate falle alle sagre di paese in Cina.

Elio e le Storie Tese 7. Hanno anche un po’ rotto il cazzo con questi pezzi che sono di difficile esecuzione, di difficile composizione e pure di difficile ascolto. Due ritornelli stancano, ma sette ti ammazzano. Però a noi piacciono così, zappiani e non-sense. E la frase “Energumena accarezzami lo sterno” è la frase che ogni corteggiatore squilibrato vorrebbe mandare via Whatsapp di notte.

Neffa 4. Lagna + clavicembalo + fiati da orchestrina balcanica. Maria, io esco.

Annalisa 8. Stessa storia dell’anno scorso, voce straordinaria a servizio di un testo così così. Almeno il ritornello offre gli spazi per dare alla voce di Annalisa quelle bellissime aperture di cui è capace. Straordinaria. Continuiamo ad aspettare un pezzo dei Baustelle per lei.

Zero Assoluto 4. Un brano frizzante come una pagina di Moccia. Non ho capito chi dei due fosse il ventriloquo dell’altro. Demodé come i catenacci al Ponte Milvio.

 

Giuseppe Flavio Pagano

post di questa categoria

Musica W 2017 - Manifesto

Musica W Festival 2017...

Musica W Festival 2017 – TUTTE LE INFO

ATP (16)

eventi in Toscana: Mus...

eventi in Toscana: Music W Festival e non solo | ATP #91

Copy of Copy of ON POINT (9)

Demography #218 –...

Demography #218 – Mixtape | Da Actress a Clap! Clap!

ON POINT (10)

Demography #217 –...

Demography #217 – mixtape | Ninja Tune & More

ultimi post caricati

ATP (13)

eventi in toscana: Dj ...

eventi in toscana: Dj Gruff feat. Gianluca Petrella e tanto altro| atp #89

Dipartimento di Giurisprudenza Unipi

Giurisprudenza cambia ...

Giurisprudenza cambia verso: variano distribuzione esami e tirocinio

daground

DAGROUND 2k17 – ...

DAGROUND 2k17 – Interviste dal campo

ATP (10)

eventi in Toscana: WOM...

eventi in Toscana: WOM, Fricat e molto altro | ATP #87

Commenti