Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Pier Paolo Pasolini, l’intellettuale totale

Totò_e_pasolini

Mi piacerebbe iniziare questa riflessione su Pier Paolo Pasolini con una parola.

Quella che Alberto Moravia, durante la sua commovente orazione funebre, pronunciò per definire Pier Paolo Pasolini. “Sacro”. Sacro in quanto poeta e in quanto personalità di spicco del mondo intelletuale italiano. Una delle figure che, come continuò lo stesso Moravia nella sua orazione, “sarà tra i pochissimi che conteranno davvero alla fine di questo secolo” (il ’900).

Quella notte di 40 anni fa però l’Idroscalo di Ostia non ci ha portato via solo un poeta. Ci ha strappato molto di più. Un uomo di cultura, un artista completo come in Italia non se ne sono mai visti. Un cineasta, romanziere, scrittore, giornalista, pittore. Un personaggio talmente libero intellettualmente da risultare controverso e fastidioso. Amato ed odiato ai suoi tempi. Tanto da una destra da cui provenivano insulti e calunnie fino a una sinistra “imbarazzata” dalla sua manifesta omosessualità e per questo più volte criticata dalla stesso scrittore.

Non aveva catene Pasolini. Era un pensatore anarcoide bolognese (ma friulano d’adozione) che con le sue visioni profetiche sulla televisione spiazzava e confondeva. Eppure alla fine, aveva ragione lui. Non risparmiò critiche nemmeno al Movimento Sessantottino definito come “insieme di figli dei vecchi borghesi moralisti”. Inevitabili quindi i giudizi aspri contro le abitudini borghesi della nascente società dei consumi. E non poteva essere altrimenti per un uomo amante dei protagonisti di realtà difficili, come i ragazzi di borgata.

Difficili risultavano pure quei film che più volte furono soggetti a censura per la durezza delle immagini. Film pregni di metafore e sempre diretti  alla critica sociale. Film come il discusso “Salò o le 120 giornate di Sodoma” o “Teorema”. Sorprendente come la sua presenza in uno dei giornali più conservatore dell’epoca, Il Corriere della Sera.

E proprio qui scrive uno dei suoi articoli più famosi e controversi Cos’e questo golpe? Io so“, nel quale accusa la Democrazia Cristiana e gli altri partiti di essere i burattinai della cosiddetta “Strategia della Tensione” e quindi i mandanti delle stragi, a partire da quella di Piazza Fontana.

Ecco, in un certo senso è come se sapessi anche io, come Pasolini. So che cosa successe davvero quella notte nel 2 novembre 1975 e sapendolo in parte riesco a fare un torto allo stesso Pasolini perché inserisco nel mio pensiero la parola “complotto”. Quello stesso complotto che “ci fa delirare”. Eppure non riesco a togliermi la sensazione che assieme a Pino Pelosi ci fossero altre persone. Anzi sento di avere la certezza che sia stato così. Un delitto per togliere di mezzo un personaggio geniale ma scomodo, troppo scomodo. Probabilmente di matrice fascista, come dichiarò Oriana Fallaci ad un giovane Antonio Padellaro. Un agguato “politico” che potrebbe avere anche una motivazione “petrolchimica” seconda un’altra inquietante visione teorizzata e che riguarderebbe l’opera su cui stava lavorando Pasolini, Petrolio. Un romanzo d’inchiesta che cerca di fare luce su uno dei grandi misteri della storia d’Italia, il delitto Mattei, e sul ruolo di Eugenio Cefis.
“Io so” ma non ho le prove.

Alla fine ciò che rimane è la consapevolezza di aver perso una figura di riferimento senza eguali o eredi. Così grande da non meritarcelo.

@giacomocorsetti

post di questa categoria

Davide Petrella

Il lunapark musicale d...

Il lunapark musicale di Davide Petrella

am music

A tutta musica: tre me...

A tutta musica: tre mesi di Amazon music a 0,99€ – Tutto il tech della settimana #2

collisions

Collisions live per Ro...

Collisions live per Ronzii Festival @Lumiere, Pisa

Maisha

Maisha, Mulai, Gimlii ...

Maisha, Mulai, Gimlii | Demography #305

ultimi post caricati

4362142973_41e74dbc81_b

Aggiornare il corso di...

Aggiornare il corso di comunicazione L-20? Capiamo la nuova proposta

foto di Cinema Arsenale

“Il ragazzo più...

“Il ragazzo più felice del mondo” – Intervista a Gipi

naip

NAIP + Baby Dee @Lumie...

NAIP + Baby Dee @Lumiere [ report e intervista ]

palazzo-blu

Palazzo Blu compie 10 ...

Palazzo Blu compie 10 anni: aperture serali, dialoghi d’arte e musica in città

Commenti