Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

Leva l’ancora il vascello della Filarmonica Pisana che martedì 12 dicembre ha preso il largo e ha tenuto al Teatro Verdi il suo consueto concerto degli auguri. Destinato alla raccolta fondi per Telethon, l’evento ha segnato la fine di un altro anno all’insegna della musica e dell’intrattenimento.

pirati

Il tema di quest’anno aveva per protagonisti il terrore di tutti i mari: i Pirati. Personaggi complessi e schivi, i pirati sono stati esaminati nelle loro più variegate sfaccettature e presentati al pubblico grazie ad un repertorio musicale fatto di scelte che vertevano da Bellini a Bennato, da Williams a Zimmer, toccando gli aspetti più salienti della loro vita per mare.

Il Complesso di Legni, Ottoni e Percussioni, con la direzione dell M° Paolo Carosi, ha dato il via al concerto con la sinfonia dell’opera Il Pirata di Vincenzo Bellini; composizione che, con un alternanza di tempi incalzanti e intrisi di malinconia o furore, fa da sfondo alla tormentata storia d’amore di Imogene con il pirata Gualtiero.

Esecuzioni centrali della serata sono state Highlights from Hook di John Williams, colonna sonora del film Hook Capitan Uncino, che vede protagonista il compianto Robin Williams nei panni di un ormai cresciuto Peter Pan alle prese con il famigerato pirata; e l’immancabile At World’s End di Hans Zimmer, colonna sonora del terzo film della celeberrima saga di Pirati dei Caraibi, con protagonista Jack Sparrow e la sua immancabile Perla Nera.

Ma la vera perla del concerto è stata il Concerto per Trombone e Banda Militare in Sib magg. di Korsakov, che ha visto protagonista il solista Guido Gemignani nell’esecuzione del “concerto per eccellenza per trombone e banda”, difficilmente presentato in concerto proprio per il virtuosismo richiesto e la difficoltà d’esecuzione.

Nel secondo momento della serata, il palco si è arricchito della presenza del Coro di voci bianche della Prof. Michela Raimo e delle voci della Classe di Canto della Prof. Anna Maria Guarducci, che avevano precedentemente preso parte all’esecuzione di Hoist the Colours nel brano di Zimmer, e dell’Orchestra della Scuola di Musica che, insieme al complesso di fiati, hanno eseguito Barco Pirata di Moscardò, interpretazione musicale del viaggio di una nave pirata che, nel continuo frapporsi della fatica degli schiavi ai remi e dei canti spensierati dei pirati sul ponte, riesce finalmente a sbarcare su un’isola.

La famosa storia di James Matthew Barrie che ha per protagonista un famoso Peter Pan, bambino che non vuole crescere, uno spietato pirata con un uncino e un coccodrillo che ha ingoiato una sveglia è rimasta incastonata a far da sfondo a tutta la serata. Questa ha trovato maggior espressione negli ultimi pezzi eseguiti: Nel Covo dei Pirati e RockCoccodrillo, famose composizioni del cantautore Edoardo Bennato riarrangiati per l’occasione dal M° Paolo Carosi che, in conclusione, hanno posto l’accento sul vero protagonista della serata: il Tempo. L’alternarsi di brani musicali intrecciati alla presentazione del racconto I Pirati Gentili di Guido Martinelli, narratore e presentatore della serata insieme a Chiara Prosperini, giunge alla conclusione con una confessione contenuta nell’ultimo brano di Bennato, nel quale l’autore fa confessare al coccodrillo, che si muove a suon di ticchettii, di essere lui stesso il Tempo.

“Il tempo a volte è strano, ma il tempo è galantuomo” afferma Bennato, e paradossalmente (o forse no) è stato proprio il tempo il vero capitano della serata e ai musicisti, suoi umili servitori, è spettato l’onere di interpretarne gli andamenti, con l’obbiettivo, direi pienamente riuscito, di trasformarne l’impiego in una serata indicibilmente piacevole, lanciando così l’appello agli spettatori su un buon uso del proprio tempo, perché ricordate: che siate musicisti o meno, “andare a tempo” e seguire il vostro coccodrillo è sempre un buon punto di partenza!

Irene Camposano per RadioEco

post di questa categoria

DSC_3457_copia

Heretico, dopo questo ...

Heretico, dopo questo appartente nulla – @TeatroEra

il tuo anno perfetto inizia da qui

Il tuo anno perfetto i...

Il tuo anno perfetto inizia da qui

Cranberries

The Cranberries, To Th...

The Cranberries, To The Faithful Departed | Artwork della Domenica

django

Django Django, Joan As...

Django Django, Joan As Police Woman & more| Demography #250

ultimi post caricati

Votare è un diritto, ma come si vota nel 2018?

Votare il 4 marzo? Com...

Votare il 4 marzo? Come si vota e chi può farlo

Oroscopo dello studente

Oroscopo dello Student...

Oroscopo dello Studente: gennaio

Buon Newtonale

Buon Newtonale: un mod...

Buon Newtonale: un modo alternativo per festeggiare il 25 Dicembre – Enjoy The Science, Rubrica scientifica di Radioeco

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

Commenti