Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Pisa in Serie B. Il ritorno tanto atteso è realtà

13446017_1081896561884334_1645917302_o(Foto di Benedetta Di Martino)

Dopo il successo all’Arena Garibaldi per 4-2, i ragazzi di Gattuso hanno resistito alla battaglia dello stadio Zaccheria pareggiando 1-1 ed ottenendo così la promozione in Serie B dopo sette anni. Il Pisa è la quarta squadra promossa dopo Spal, Cittadella e Benevento.

Il Pisa dopo sette anni di sofferenze e frustrazioni è tornato finalmente in Serie B. I ragazzi di Gennaro Gattuso hanno portato a compimento una grande trionfo lungo un anno intero, conquistando quella promozione prefissata a inizio stagione. Una promozione ottenuta passando dai sempre insidiosi Playoff e battendo il Foggia di De Zerbi che non è riuscito a ribaltare il 4-2 dell’Arena Garibaldi, fermandosi ad un 1-1.

Quella dello “Zaccheria” si è rivelata una vera battaglia con il Foggia costretto a spingere per recuperare lo svantaggio e provare a centrare una promozione che manca ormai dal lontano 1998. Un clima rovente nel quale è accaduto di tutto, compresa una sospensione di tredici minuti per l’invasione di alcuni tifosi del Foggia. Gattuso, prima di essere espulso col collega De Zerbi è stato colpito in testa vergognosamente da una bottiglia scagliata dalla Tribuna Ovest. Episodi che hanno preceduto un finale di partita più che mai bollente con la rete del Foggia all’87° di Iemmello su rigore. Il pareggio di Eusepi al 95° ha decretato la fine di ogni illusione rossonera. Una battaglia sul campo e sugli spalti che il Pisa ha portato a termine da trionfatore. Al fischio finale l’esplosione di un’intera città che si è riversata per le strade pisane per festeggiare una promozione attesa dal 2009. Un fiume di gente entusiasta che ha fatto sentire l’Arno, per una volta, piccolo piccolo.

Per il tecnico del Pisa è il primo trionfo da allenatore dopo le parentesi senza grandi soddisfazioni sulle panchine di Palermo e Sion. Una cavalcata che giornata dopo giornata si è rivelata sempre più incisiva e che soltanto un campionato folle della Spal non ha trasformato in una promozione diretta. I Playoff sono stati la testimonianza di come la grinta e la mentalità di Gattuso siano entrati in una squadra che ha letteralmente dominato contro ogni avversario che si è trovata di fronte. Maceratese (3-1), Pordenone (3-0 e 0-0) e appunto Foggia, non hanno potuto nulla contro i ragazzi di Gattuso che si sono rivelati semplicemente più affamati di Serie B rispetto alla concorrenza.

“La promozione? Come la Champions 2003″. Così ha definito il traguardo raggiunto il tecnico Gattuso che però rimane in dubbio per la prossima stagione a seguito di alcune incomprensioni con il Presidente Petroni che ha fatto capire in un’intervista come l’ex giocatore del Milan potrebbe non sedere sulla pachina pisana. Una situazione che trova il dg Lucchesi in aperto contrasto. La situazione è in evoluzione e a breve si saprà meglio la situazione sul futuro di Gattuso. Un futuro che i tifosi vorrebbero ancora sotto la Torre. In attesa di sapere quale sarà il futuro della panchina neroazzurro non resta che festeggiare un traguardo che una piazza come Pisa meritava e attendeva con enfasi. Il Pisa è tornato in Serie B. Noi siamo tornati.

timthumb

Giacomo Corsetti

post di questa categoria

cof

Parola di Donna –...

Parola di Donna – Voci femminili a confronto

Sophia - la Filosofia in festa

Sophia – la Filo...

Sophia – la Filosofia in festa

Simone Lenzi alla presentazione del suo libro al Pisa Book Festival

La canzone secondo Sim...

La canzone secondo Simone Lenzi

Il Trovatore di Giuseppe Verdi (foto di Imaginarium Creative Studio)

Il Trovatore di Giusep...

Il Trovatore di Giuseppe Verdi @TeatrodiPisa

ultimi post caricati

bug

Demography #239 | Bug ...

Demography #239 | Bug Mixtape

TOPY

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #1: TOPY

Marilyn Monroe by Milton Greene

Sfighe Stellari –...

Sfighe Stellari – Marilyn Monroe

Mensa - 5 regole per la sopravvivenza

Mensa – 5 regole...

Mensa – 5 regole per la sopravvivenza

Commenti