Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Playlist Demography #214 | Machinedrum, Mòn e altro

Demography in vacanza non ci va, anzi! Eccoci qui con una playlist da mettere in cuffia per affrontare queste giornate estive. Summer Heart, Jarle Skavhellen, Machinedrum, Mòn e tantissimo altro vi attende nella nostra playlist.

Partiamo dalla Svezia: ad aprire la playlist di Demography c’è il dream-pop di Summer Heart A.K.A. David Alexander. Dopo la pubblicazione di EP e diversi singoli, Alexander ha scritto un sacco di musica, tra cui due album che però alla fine ha deciso di non rilasciare. Ma prima o poi il momento doveva arrivare: Summer Heart pubblicherà l’album 101 nell’agosto 2017, registrato a Malmo e Stoccolma, in Svezia all’inizio del 2017, 101 trae ispirazione dalla città di NYC. Nella nostra playlist potete ascoltare il primo singolo dell’album, 101.

Passiamo da Big Dada! Una casa discografica che a Demography amiamo tantissimo, insieme alla sorella maggiore Ninja Tune, che troveremo spesso in questa playlist. Kai Whiston, giovanissimo talento, ha iniziato a entrare nel mondo della produzione cercando su Google come utilizzare gli strumenti, e in questo caso bisogna dire che il motore di ricerca ha funzionato alla grande! Dopo il debutto nel 2016, Kai ha iniziato a produrre nuovo materiale, più oscuro e umoristico. Throat Behavior è il pezzo che abbiamo scelto per questa playlist.

Nuova entrata della Netterk Records, e terzo artista della playlist di Demography è Jarle Skavhellen, cantautore folk norvegese. Fortemente influenzato dagli stili di chitarra vecchie di icone americane come Chet Atkins e Dave Van Ronk ,nonostante Jarle abbia vissuto a Bergen per tutta la sua vita. Nella piccola e lussureggiante città norvegese, cresciuto in una famiglia di artisti e musicisti, Jarle non poteva non amare la musica: l’amore di suo padre per il vinile di tutti i generi e la sua collezione di chitarre di suo zio hanno permesso far crescere in Jarle questa passione. The Ghost In Your Smile è il singolo che trovate nella playlist, ed è l’esempio lampante di questo amore per la musica.

Back to Ninja Tune! Il prossimo pezzo della playlist arriva dal nuovo materiale di Machinedrum. Il singolo è What Is This, al quale ha collaborato anche Rosie Lowe. “Rosie e io abbiamo scritto questa melodia qualche anno fa in uno studio di Londra, all’inizio abbastanza sonnolenta e lenta” si è poi trasformata in un sound preciso e tagliente, tipico di Machinedrum. È una canzone sulla fiducia, sul fidarsi di chi si ama e sul lasciar andare la gelosia. Le emozioni confuse del primo innamoramento, le ossessioni, Machinedrum dà voce alle sensazioni umane. Ascoltate qui:

Questa playlist non è ancora finita! Proseguiamo con Eliot Lipp. Il musicista di Austin album ha realizzato un nuovo album, Skywave, al quale lavora da diversi mesi. Con influenze dalle colonne sonore di sci-fi e dai funk anni ’70 e ’80, esegue una collezione di bei melodici bizzarri, ad alta definizione. In queste nove canzoni, Lipp ricrea i momenti musicali chiave in un modo attuale. Questo è stato l’obiettivo di Skywave, ricreare momenti e prendersi il permesso di assumersi dei rischi. Qui sotto potete ascoltare un estratto dell’album, Young Heavy Souls.

La nostra playlist fa ora un salto in Italia, per ascolare i Mòn, band indie-folk romana. Giovanissimi e con le idee chiare, i Mòn partono alla grande: all’indomani della pubblicazione del loro primo disco avvenuta il 12 maggio scorso per Urtovox Rec,
si ritrovano immediatamente sulle pagine dei più importanti quotidiani nazionali, e le principali riviste di settore, elogiati per la freschezza, la dinamicità e l’eclettismo della loro proposta musicale.
Un dream pop colorato e incalzante, elegante e raffinato, che fa dei Mòn una promessa indiscussa della prossima stagione musicale e che li vede già presenti in diversi calendari di festival estivi in giro per la penisola. Sentire per credere, questa è Fluorescence.

Chiudiamo questa playlist con una perla del team di Ninja Tune. Jaga Jazzist è un gruppo di jazz sperimentale che arriva dalla Norvegia, e che suona sin dagli anni ’90, quindi non si sta parlando di novellini, cosa che si percepisce dopo neanche mezzo minuto di un pezzo. Per chiudere in bellezza la nostra playlist, ho scelto il nuovo singolo Prokrastinopel (feat. Reine Fiske), perché è di una classe assoluta, con riferimenti che uniscono il jazz al prog degli anni ’70. Con questa meraviglia, vi lascio a gustarvi la playlist di Demography.

 

Grazia Pacileo

 

 

 

 

post di questa categoria

Copy of Copy of ON POINT (7)

St. Vincent, Frank Oce...

St. Vincent, Frank Ocean, Mogwai & MORE | Demography #215

ATP (12)

eventi della settimana...

eventi della settimana: W.O.M., Arcade Fire e molto altro| atp #88

19601543_1712235005456746_591522959827034228_n

MUSICA W FESTIVAL 2017...

MUSICA W FESTIVAL 2017 – XXIII EDIZIONE

playlist

Playlist Demography #2...

Playlist Demography #214 | Machinedrum, Mòn e altro

ultimi post caricati

ATP (13)

eventi in toscana: Dj ...

eventi in toscana: Dj Gruff feat. Gianluca Petrella e tanto altro| atp #89

Dipartimento di Giurisprudenza Unipi

Giurisprudenza cambia ...

Giurisprudenza cambia verso: variano distribuzione esami e tirocinio

daground

DAGROUND 2k17 – ...

DAGROUND 2k17 – Interviste dal campo

ATP (10)

eventi in Toscana: WOM...

eventi in Toscana: WOM, Fricat e molto altro | ATP #87

Commenti