Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

[Recensione] Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate

hobbit-desolation-smaug-bilbo-thorinEsattamente 10 anni fa si concludeva un viaggio meraviglioso che ha appassionato milioni di spettatori, diventando probabilmente una delle migliori trilogie cinematografiche mai fatte: Il Signore degli Anelli. 10 anni dopo un altro viaggio, sulle stesse terre, si conclude e l’unico deprimente pensiero è stato: “Grazie al cielo”. Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate è la degna conclusione di un viaggio che Peter Jackson ha intrapreso nel 2012, portando sullo schermo tre film uno peggio dell’altro che certo non rendono onore al fantastico regista neozelandese.

Dopo aver visto Smaug scagliarsi contro Pontelagolungo ed aver riconquistato la montagna, i nani si preparano a difenderla da chi vorrebbe avere parte delle ricchezze al suo interno (Elfi e Uomini) e da chi la vorrebbe conquistare per la proprio posizione strategica e per sottomettere gli altri essere della Terra di Mezzo (orchi). La preparazione di questa immensa e interminabile battaglia è unita alla follia che alberga in Thorin, generata da sentimenti di onnipotenza monarchica e da un profondo quanto avido orgoglio nanesco. Mentre Bilbo cerca di far ragionare Thorin, fuori dall’entrata principale della montagna si arriva alla resa dei conti finale.

 

Tra superficialità nella narrazione e nei suoi contenuti (ancora ci si chiede che fine abbia fattol’importantissima e ricercatissima “Arkengemma”), dialoghi banali e sdolcinati in quantità “commerciale” ed effetti speciali talmente esagerati e grotteschi da sembrare, in alcuni casi, di assistere al videogioco della Playstation piuttosto che al film vero e proprio, troviamo le solite parti inventate messe furbescamente per attirare più gente possibile, che seguendo la falsa riga dei primi due episodi, portano questa opera ad essere ” di furbizia” e non “di qualità”. Gli esempi più evidenti ed eclatanti sono: la presenza di Orlando Bloom nella parte di un Llegolas-645x366egolas che Tolkien non inserisce nel suo scritto originale e forse quello peggiore di tutti, la storia d’amore tra elfo e nano che più che a quel genio del fantasy fa pensare ad un’altra scrittrice fantasy, all’acchiappa-teenager Stephenie Meyer.

Sia la sceneggiatura sia la colonna sonora non hanno niente di epico nè tantomeno di magico, riducendo questo lavoro più al rango di “filmetto” piuttosto che ad una trilogia che doveva riportare la gente ad emozionarsi guardando i protagonisti di Tolkien. Quello che rimane alla fine è solo una grande delusione mista a nostalgia.

A salvare la baracca, o almeno a tentare di tamponare l’emorragia, per fortuna ci hanno pensato i sempre meravigliosi Ian McKellen/Gandalf e Martin Freeman/Bilbo Baggins, che donano a questo lavoro un pò di luce con le loro grandi interpretazioni. L’altra nota positiva che si può notare dentro Lo Hobbit III è la degna rappresentazione della pazzia di Thorin offertaci dalla convincente performance di Richard Armitage.

Questa ultima trilogia una cosa è riuscita a lasciarla però. Il bisogno impellente di riprendere in mano Il Signore degli Anelli, per tornare a essere quello che Lo Hobbit non riesce a farci essere. Esaltati e meravigliati.

Giacomo Corsetti per Radioeco.

post di questa categoria

Voglio mangiare il tuo pancreas

Voglio mangiare il tuo...

Voglio mangiare il tuo Pancreas: la recensione

Mansionair

Mansionair, The Drums,...

Mansionair, The Drums, Cactus? & more| Demography #337

Tropicana - foto http://www.associazionescarti.com

“Tropicana”...

“Tropicana” Gli Scarti – Teatro i @ La Città del Teatro

Lucille Furs

Pond, Lucille Furs , T...

Pond, Lucille Furs , The Comet Is Coming & more | Demography #336

ultimi post caricati

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Ph. Irene Camposano

Stefano Bellani al Pis...

Stefano Bellani al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Café

Saverio Raimondo - Pisa Comedy Fest

Saverio Raimondo al Pi...

Saverio Raimondo al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Cafè

Foto dell'evento.

ELSA Day: Parole in as...

ELSA Day: Parole in ascolto @ Gipsoteca

Commenti