Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

The Red Turtle, candidato all’Oscar sarà a marzo in Italia

The Red Turtle, la prima coproduzione  europea dello Studio Ghibli candidato all’ Oscar come miglior film di animazione, sarà distribuito a marzo nei cinema italiani.

The Red Turtle movieplayer.it

The Red Turtle movieplayer.it

La lieta notizia è giunta da non molto. The Red Turtle del regista olandese Michael Dudok de Wit con la direzione artistica di Isao Takahata dello Studio Ghibli e candidato al Premio Oscar come Miglior Film d’Animazione 2017, sarà distribuito grazie a BIM nei cinema italiani i prossimi 27, 28 e 29 marzo.

Noi avevamo visto l’ anteprima del film, vincitore al Festival di Cannes 2016 del premio speciale Un Certain Regard, durante l’ ultima edizione del Lucca Comics & Games e vi consigliamo caldamente di visionarlo.

La sinossi si apre con un naufragio, immagini  terribili di un mare pieno di onde che trascinano il corpo di un uomo. Al suo risveglio, il naufrago si ritrova solo su una spiaggia misteriosa, si alza, esplora il luogo e si rende conto di trovarsi su un’ isola abitata solo da tartarughe, crostacei ed altri animali. Il protagonista cercherà al più presto di fuggire costruendo delle zattere, ma le imbarcazioni ben presto saranno sfasciate da qualcosa che le colpisce dal fondo. Avverrà così l’incontro con la tartaruga rossa del titolo. L’ inizio di una relazione che inserisce l’uomo nel ciclo della vita.

La sopravvivenza umana sarà possibile grazie ad un equilibrio con la natura. questo è il messaggio principale del film che Michael Dudok De Wit ha coprodotto con lo Studio Ghibli. L’ambiente che fa sfondo viene raccontato in un tempo infinito, mediante lunghe ed affascinanti inquadrature del mare, attraverso l’ alternanza del giorno e della notte ed anche grazie alla sua potenza distruttiva.

The Red Turtle rocketnews24.com

The Red Turtle rocketnews24.com

La continuità con altri film Ghibli è presente non solo a livello tematico ma anche sul piano stilistico: pulizia del disegno, semplicità del tratto ed equilibrio degli spazi nel quadro. L’ effetto è stato ottenuto con un insieme di tecniche, con fondali disegnati con carboncino su carta, fatti di ampi tratti sfumati col palmo della mano e personaggi animati con penna digitale. 

Strabiliante infine la colonna sonora che narra poeticamente e accompagna le immagini completamente prive di dialoghi

Tanti motivi dunque per non perdersi assolutamente questo appuntamento!

 Isabel Viele per RadioEco

 

post di questa categoria

Osservatore Televisivo - Congresso PD, Matteo Renzi e Roberto Giachetti

Dai taxi al Congresso:...

Dai taxi al Congresso: la doppia morale del PD

musica-ribelle-andreana-ferri

LA” MUSICA RIBEL...

LA” MUSICA RIBELLE “DI EUGENIO FINARDI AL TEATRO ERA

ON POINT (9)

Sóley – Odeeno ...

Sóley – Odeeno – Animal Collective | Demography #178

Quello che non ho - Teatro del Giglio

Quello che non ho con ...

Quello che non ho con Neri Marcorè al Teatro del Giglio

ultimi post caricati

ATP (11)

ATP #68 – Eventi...

ATP #68 – Eventi della settimana: Vinicio Capossela e tanti altri

baggio

Roberto Baggio, l̵...

Roberto Baggio, l’arte di essere umanamente divino

1375785_231356993690159_1347896260_n

Master CIBA XXIV edizi...

Master CIBA XXIV edizione – Associazione Eraclito 2000

femminista

La delegazione femmini...

La delegazione femminista svedese a Teheran in Hijab

Commenti