Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Roberta Vinci, finalmente quella Top 10 che la sua classe merita

US Open Tennis

Finalmente Roberta Vinci centra quel traguardo che per troppo tempo le è sfuggito. La Top 10 è il giusto club tennistico per rendere degno omaggio ad un talento grandissimo.

Finalmente Roberta Vinci è in Top 10. Quell’esclusivo club dove possono entrare solo i migliori finalmente vede comparire anche il suo nome. Non importa se ci starà per anni, mesi o per una settimana. Roberta Vinci è una Top 10. Se esiste una giustizia divina tennistica prima o poi questo avvenimento doveva accadere. La sua classe era troppo degna di tale traguardo.

Appena ho avuto la notizia un grande senso di appagamento tennistico mi ha travolto perché era incredibile che una tale artista della racchetta non avesse ancora toccato questa soglia concessa invece ad altre grandi protagoniste del tennis azzurro come la Schiavone, la Errani o la Pennetta. Sembrava un terribile muro di gomma su cui Roberta Vinci rimbalzava ogni volta che le si presentava davanti. Un muro di gomma che crollerà lunedì 22 febbraio.

Una rincorsa che parte da New York e si ferma con la vittoria a San Pietroburgo (decimo titolo WTA), i tornei che ci hanno riproposto una Roberta Vinci mai così artistica ed incredibile. Un’artista sublime del tocco e del gesto. Il traguardo è stato raggiunto con prestazioni che a tratti hanno rappresentato un’autentica ode al tennis, come quella famosa semifinale contro Serena Williams (che ha dimostrato di non essersi ancora ripresa completamente dal trauma tarantino) o la recente vittoria contro contro la Prescelta Belinda Bencic in Russia. Tra slices di rovescio e volées la Vinci incarna la mistica bellezza del tennis quanto un Dark Side of the Moon dei Pink Floyd incarna quella della musica. Roberta Vinci pare una ballerina dalle movenze delicate e fluttuanti sul campo da gioco. Una ballerina che ha preso coscienza di essere tale forse troppo tardi. Già agli inizi dipingeva tennis ma non con questa consapevolezza e fiducia di sé.

Quella semifinale agli US Open ha cambiato tutto. E speriamo che questa prima volta in Top 10 possa rappresentare un altro cambiamento. Ho sentito molti parlare di ritiro e di età avanzata senza considerare quanto il tennis si sia fatto vecchio. Il dominio di Serena Williams (che scricchiola ma ancora regge) sta lì a dimostrarlo.

Dove puoi arrivare questo fantastico esempio di tennis d’altri tempi non è dato sapere. La sensazione è che possa salire ulteriormente. Alla fine fino almeno agli US Open i punti da difendere non sono molti. Il prossimo obiettivo potrebbe essere su una superficie che è sempre parsa amalgamarsi perfettamente alle sue caratteristiche tecniche ma che invece non le ha dato mai grosse soddisfazioni (non voglio espormi troppo per non fare la figura di un Renzi che declama una poesia di Borges che però non è di Borges a Buenos Aires). Ma forse quest’anno sarà diverso, d’altronde ora è una Top 10 e sognare non costa nulla. Quindi non ci resta che attendere la prossima sinfonia vinciana.

Giacomo Corsetti

@giacomocorsetti

post di questa categoria

risotto viola

Risotto Viola alla Mel...

Risotto Viola alla Mela e Limone

Press conference- Marquez, Rossi e Viñales - MotoGP.com

Rossi “sei” primo!...

Rossi “sei” primo! La febbre delle due ruote

Itaca exwide (2)

Itaca – L’...

Itaca – L’amore è tornato in città – “itaca mi manchi” release party @ Ex Wide [live report]

Osservatore Televisivo - Sigfrido Ranucci e lo scandalo dei vaccini, Alessandra Moretti PD

Topi e vaccini: bufale...

Topi e vaccini: bufale un tanto al chilo

ultimi post caricati

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

20170421_182407

Gabriele del Grande li...

Gabriele del Grande libero subito!

ijf17 - Recap giorno 5 del festival - "maratona ijf17"

ijf17 – Recap gi...

ijf17 – Recap giorno 5 del festival – “maratona ijf17″

laeffe_agnelli

Manuel Agnelli, Afterh...

Manuel Agnelli, Afterhours – #ijf17

Commenti