Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

San Rossore 1938 – Al cinema Arsenale si riflette sull’orrore

Il 5 settembre 1938, nella tenuta di San Rossore, venne reso ufficiale il primo provvedimento in difesa della razza, dando inizio a quella che da molti è ricordata come l’era più buia della storia italiana. Ottant’anni dopo l’Università di Pisa si è presa l’impegno di ricordare questo tragico anniversario, coinvolgendo diverse realtà del territorio pisano e non. È proprio in occasione dell’iniziativa San Rossore 1938 che, nelle serate del 12 e del 13 settembre, il cineclub Arsenale ha proposto la proiezione di alcuni film (nello specifico: La lunga notte del ’43 di Florestano Vancini, Concorrenza sleale di Ettore Scola e il corto Roma ’38 di Sergio Capogna).

sr_1938_slideshow_960x358px

(foto di Scuola Superiore Sant’Anna)

La scelta di coinvolgere un cinema non è casuale. Come ha ricordato Fabrizio Franceschini (docente dell’Università di Pisa), il cinema e la letteratura possono essere strumenti validi di una riflessione profonda e complessa, offrendo il vantaggio di una fruizione immediata che favorisce l’acquisizione di concetti importanti anche da parte di un pubblico più giovane. “C’è stanchezza riguardo questi temi” – ha asserito Michele Battini (docente di storia contemporanea dell’Università di Pisa e coordinatore del comitato scientifico dell’iniziativa). In effetti, il contesto sociale attuale è particolarmente significativo per ripensare a quella che non fu semplicemente una fase dei razzismi, ma un percorso mirato alla distruzione dei diritti dell’uomo e del cittadino, attraverso la creazione di un totalitarismo italiano che fosse competitivo con il modello tedesco. Sia il rettore Paolo Mancarella, che la direttrice del Centro Interdipartimentale di Studi Ebraici Alessandra Veronese hanno, infatti, insistito sull’impronta comunitaria che si è voluta dare all’iniziativa, a cui si sta lavorando da oltre un anno e mezzo e i cui eventi si protrarranno fino a maggio del 2019. Sentirsi chiamati in causa in prima persona è, forse, il modo migliore per contrastare l’“onda nera” che si sta diffondendo in Europa e che ha, ancora una volta, un’impronta fortemente antisemitista.

Proprio per questo avrà una importanza centrale la conferenza internazionale che si terrà al palazzo della Sapienza il 20 settembre, in cui alcuni dei massimi esperti mondiali di storiografia della Shoah si confronteranno sul rapporto tra persecuzione dei diritti e persecuzione delle vite come conseguenza del razzismo antiebraico. In questa occasione si terrà anche una cerimonia ufficiale in cui una vasta rappresentanza di rettori degli atenei italiani chiederanno formalmente scusa alla comunità ebraica a nome dei loro predecessori, che permisero che l’orrore si compisse.

Gabriele Ferzetti e Belinda Lee nella locandina del film di Florestano Vancini (foto di IMDB)

Entrambe le serate organizzate dal cineclub Arsenale hanno visto la partecipazione di Asher Salah, docente della Bazalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme e grande appassionato del cinema italiano, che ha introdotto magistralmente le pellicole offrendo uno squarcio sul contesto storico in cui sono state prodotte. Gli anni Cinquanta – Sessanta (ricordiamo che la pellicola di Vancini è del ’60 e quella di Capogna del ’54), infatti, hanno rappresentato un vero e proprio spartiacque riguardo la riflessione storica sulla seconda guerra mondiale, specie per quanto concerne la dimensione ebraica della Shoah, che ha un suo revival negli anni Novanta – Duemila con l’uscita in sala di film come La vita è bella e lo stesso Concorrenza sleale di Ettore Scola.

L’Università di Pisa e l’Arsenale hanno, dunque, consolidato il loro rapporto proponendo un progetto che ha una direzione ben precisa e un piano d’azione ben delineato. L’augurio è di creare una memoria e una cultura collettive, che permettano di non ripetere ciclicamente gli stessi errori. Così che, come cantava Guccini in una celebre canzone, l’uomo possa davvero imparare.

post di questa categoria

Avanguardia

Quando i film d’...

Quando i film d’avanguardia diventano esperienze sensoriali.

lu

Il Cavaliere di Eron a...

Il Cavaliere di Eron al PBF NerdEco #45

Vapors of Morphine (20)

Vapors of Morphine @ L...

Vapors of Morphine @ Lumiere [ report ]

09-10-11 (40)

Offset fest2018 previe...

Offset fest2018 preview: Pilia+Pupillo◉╋◑ e Sax Ruins at Lumiere Pisa.

ultimi post caricati

collisions

Collisions live per Ro...

Collisions live per Ronzii Festival @Lumiere, Pisa

Maisha

Maisha, Mulai, Gimlii ...

Maisha, Mulai, Gimlii | Demography #305

ATP5

Eventi in Toscana: un&...

Eventi in Toscana: un’esplosione di musica! | ATP #152

Campos

Campos, Little Dragon ...

Campos, Little Dragon & more| Demography #304

Commenti