Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Scarda + La Stazione @ Lumiere [report & intervista]

Venerdì al Lumiere si sono esibiti La Stazione e Scarda, progetti entrambi in giro per le città italiane. Dopo il concerto abbiamo intervistato Nico Scardamaglio, aka Scarda, col quale abbiamo scambiato quattro chiacchiere riguardo la sua musica.

Il palco del Lumiere ha ospitato due band lo scorso venerdì: il primo è un progetto freschissimo, La Stazione, che arriva da Lamezia Terme e che piano piano si sta facendo conoscere grazie ai singoli lanciati sulle piattaforme streaming, e ai live in giro per l’Italia. Che dire? I tre ragazzi affrontano il palco con naturalezza, i loro testi e le sonorità si incastonano benissimo nel panorama musicale contemporaneo. Ad aiutare la loro performance è sicuramente il pubblico, giovane come loro, carico come una molla che non fa che saltare dalla prima fino all’ultima canzone, dando al trio un input a dialogare con chi sta in prima fila, a non farli smettere.
Di sicuro La Stazione è da tener d’occhio.

Arriva il momento di Scarda, che con La Stazione condivide le origini calabresi. Anche in questo caso il pubblico non smette di scalpitare, anzi! Il live assume l’atmosfera calda di un falò estivo, in cui tutti sanno le canzoni a memoria, le urlano a squarciagola, insieme a Scarda che tra battute, introduzioni ai brani e presentazioni della band con lui sul palco, mantiene questa sensazione di vicinanza con le persone, che ricambiano di continuo.

scarda

Scarda sta portando in giro il nuovo album, Tormentone, un disco in cui il sound già noto del cantautore assorbe colori nuovi. Innanzitutto il tema: è pur vero che il filo conduttore di questo lavoro, come del precedente I Piedi Sul Cruscotto, è sempre l’amore, ma in Tormentone ne abbiamo una percezione diversa. Prima si insinuava, timido, nei testi, cercando quasi di non disturbare. Ora Scarda lo usa, lo fa apparire in primo piano, lo evidenzia più e più volte, in modo che la sottolineatura sia visibile a chi ascolta.
Anche il sound è cambiato; se è vero che la chitarra resta dominante in Tormentone, è anche vero che non è più sola, sonorità nuove l’accompagnano o addirittura la sostituiscono in alcuni casi.
Dal live si capisce una cosa, Scarda è in grado di far male, “tormentare” con i suoi testi, senza violenza, ed è forse per questo che a tanti, più che un semplice concerto, è sembrata una serata tra amici.

Grazia Pacileo

 

 

post di questa categoria

DSC_0645

Festa dell’ Unicorno...

Festa dell’ Unicorno 2019 NerdEco #69

INTESTAZIONE FAT FAT FAT

RadioEco goes to FAT F...

RadioEco goes to FAT FAT FAT Festival

La casa di carta

La casa di carta parte...

La casa di carta parte 3: la recensione

67161352_1394226380734269_8945871567045263360_o

Eiffel65, Ivreatronic,...

Eiffel65, Ivreatronic, Jova beach party e tanto altro |Atp #182

ultimi post caricati

Europee

Europee 2019: le elezi...

Europee 2019: le elezioni dal punto di vista dei social

caracol

Maggio frizzante: jazz...

Maggio frizzante: jazz, poetry slam e spettacoli! #atp 175

Cattura

Giornata mondiale libe...

Giornata mondiale libertà di stampa, convegno in memoria di Antonio e Bartek

DSC_9299

Expo Motori 2019, a Po...

Expo Motori 2019, a Pontedera la 14ª edizione

Commenti