Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

I Simpson avevano previsto l’elezione di Donald Trump e non solo

I Simpson, la fortunatissima sitcom animata statunitense ha saputo sorprendere e sconvolgere le ultime generazioni. Le dis-avventure degli “assurdi” abitanti gialli di Springfield, ideate dal fumettista Matt Groening nel 1987, riescono a tenere incollati al televisore milioni di fan. Ad ogni avvenimento eclatante i Simpson sanno sempre cosa dire o cosa fare.

La serie è una parodia satirica della società e dello stile di vita statunitense, impersonificato dalla famiglia dei mitici Simpson. L’ubriacone e pigro capo famiglia Homer, la lasciva e sbadata Marge, e i loro tre figli, lo sregolato Bart, l’impeccabile Lisa e la piccola Maggie. Il cartone tratta in chiave umoristica molti aspetti della condizione umana, tra cui la cultura, la società e la stessa televisione. Ogni episodio una storia, una questione da risolvere. Gli avvenimenti e la conclusione a volte (spesso) sono paradossali, assurdi e improbabili. Uno scopo: far riflettere sulle tematiche esistenziali più disparate. Prepararci ai problemi, e questioni sociali, a volte prevedendoli con 20 anni di anticipo. Dall’amicizia, alla politica, dall’integrazione all’anoressia. Dal successo alla noia, le storie vengono usate nelle scuole e nelle università del mondo, di filosofia, per introdurre discussioni, tenendo chiusi antichi manuali o antichi codici criptati.

Simpson prevedono le elezioni di Trump

Sono anni che seguiamo I Simpson, sono anni che siamo sicuri di conoscere il carattere di ogni personaggio. Conosciamo a memoria espressioni, situazioni e soluzioni alla maniera “Simpson”. Ma non ci siamo mai chiesti come mai questo grande successo? Secondo molti perché sono lo specchio della nostra società. Quella società fatta di schemi e stereotipi che tanto vogliamo distruggere, ma che inevitabilmente è così. I Simpson funzionano ancora oggi perché sono (o dovrebbero essere) la coscienza critica dell’uomo, che si osserva nei suoi comportamenti più inusuali, e senza autocritica, si diverte.

Il grande impegno nell’ideazione e realizzazione delle storie, dei personaggi e del loro senso, deriva da un’attenta e ragionata osservazione della realtà che ha portato, molte volte, anche a prevederla. Ultima tra le profezie, è l’ormai famosa previsione di Donald Trump come il 45° presidente degli Stati Uniti. Nel 2000, infatti, nell’episodio intitolato Bart to the Future, Bart, ha avuto l’opportunità di dare un’occhiata alla sua vita da adulto. Dopo aver visto che diventerà un perdente come il padre Homer, la sorella Lisa diventerà la prima presidente donna degli Stati Uniti. Bart ci mostra anche uno dei primi comizi della sorella che pronuncia una frase emblematica: “Come sapete, ereditiamo una riduzione del budget  dal presidente Trump”.

GUARDA IL VIDEO (al minuto 1.40 la fatidica frase)

Dopo l’elezione del nuovo presidente, realmente avvenuta, ma non ancora metabolizzata, sui social e sui giornali di tutto il mondo, sono apparsi elenchi di profezie che I Simpson avevano annunciato. E che si sono realizzate. Qui ne proponiamo alcune delle migliori raccolti da il Giornale.

IL SUPER BOWL PRONOSTICATO

Nel 2005, Homer guarda in Tv il Super Bowl: la finale è tra i Denver Broncos e i Seattle Seahawks. Le stesse squadre che si sono affrontate nell’ultimo Super Bowl.

POMODORI RADIOATTIVI COME IN GIAPPONE

Nel 1999, Homer fertilizza le coltivazioni della sua fattoria con sostanze radioattive: il risultato è il “tomacco”, incrocio tra il pomodoro e il tabacco. Nel 2013, in Giappone vengono scoperti pomodori mutanti, creati dopo il disastro di Fukushima.

SCANDALO CARNE DI CAVALLO SPANGHERO

Nel 1996, nella mensa della scuola di Springfield viene aggiunta (in gran segreto) carne di cavallo. Nel 2013, scoppia lo scandalo Spanghero, le cui lasagne contenevano carne equina e non di manzo.

OROLOGIO CHE FA DA CELLULARE

Nel 1995, in un episodio ambientato nel futuro, il ragazzo di Lisa ha una conversazione telefonica grazie ad un orologio. Nel 2013, la Samsung lancia sul mercato Galaxy Gear, un orologio da polso che tra le funzioni ha anche quella di fare e ricevere telefonate.

I PARAORECCHIE A FORMA DI HAMBURGER

Nel 1998, il professor Frink, personaggio della serie, inventa il paraorecchie a forma di hamburger. Nel 2013, sono stati lanciati sul mercato.

SPIONAGGIO NSA

Nel 2007, Lisa consiglia a Bart e Marge di parlare a bassa voce per non farsi intercettare: una predizione dello scandalo Nsa scoppiato 6 anni dopo.

IL TRADUTTORE DEL PIANTO DEI NEONATI

Nel 1992, Herb Powell (fratellastro di Homer) diventa ricco grazie a un aggeggio che traduce i lamenti dei neonati: un’invenzione che arriverà per davvero nel 2013.

IL CITOFONO DISEGNATO COME UN iPOD

Nel 1996, in una puntata si scorge un citofono su un locale di burlesque di Springfield incredibilmente identico all’iPod, presentato per la prima volta nel 2001.

IL CORRETTORE AUTOMATICO

Nel 1994, il bullo della scuola Spada scrive una frase su un dispositivo, che subito gliela corregge: è l’anticipazione del correttore automatico.

HOMER ANTICIPA MILEY CYRUS

Nel 1994, Homer si aggrappa a una palla di demolizione per impedire che la propria casa venga rasa al suolo. L’anno successivo, Miley Cyrus lo imita con Wrecking Ball.

BART SIMPSON PIONIERE DEL SELFIE

Nel 1992, Bart fotografa allo specchio il proprio sedere, anticipando il selfie.

LA MACCHINA “CAMBIA VOTO”

Nel 2008, Homer va ai seggi per scegliere tra Obama e McCain: vota Obama, ma il suo voto viene conteggiato per il rivale. Alle elezioni americane del 2012, succede per davvero: con alcuni dispositivi, il voto viene convalidato a favore del candidato indesiderato.

Alcune di queste “profezie” possono apparire insensate e prive di fondamento. Probabilmente con c’è alcuna connessione tra ciò che si è visto nei “Simpson” e ciò che realmente poi è stato. Tutto è discutibile.
Una cosa è certa: se i principali organi di informazione (dal New York Times al Washington Post), se gli analisti più rispettati e se i leader delle principali potenze mondiali non hanno previsto la sorprendente vittoria di Trump, Matt Groening, l’inventore dei Simpson, ci era già arrivato nel 2000. Rivedere oggi quell’episodio è molto inquietante, e può apparire come una vera e propria premonizione del futuro.

Simpson prevedono le elezioni di Trump

 

MATT GROENING INDOVINO O OSSERVATORE?

La realtà è che Matt Groening non si tratta di un indovino, di un moderno Nostradamus, la sua fu pura ironia legata all’attualità. È in quell’anno, infatti, che Donald Trump si avvicina per la prima volta alla politica, partecipando (senza successo) alle primarie per eleggere il candidato alle presidenziali degli Stati Uniti del Partito Riformista. Un nome scelto non a caso da Groening, che anzi voleva scherzare proprio sull’assurda candidatura.
E se Lisa Simpson, nell’episodio, è evidentemente Hillary Clinton, (fa notare il TPI), non scordiamoci che quell’anno la moglie dell’ex-presidente diventò senatrice per lo stato di New York. Era opinione diffusa che non si sarebbe fermata prima di raggiungere la Casa Bianca.

Insomma, prendiamo Matt Groening per quello che è: un acuto e satirico osservatore della realtà quotidiana. Guardiamo I Simpson divertendoci ma anche riflettendoci. Continuiamo ad amare quegli strambi personaggi gialli con i capelli colorati consapevoli che i veri protagonisti siamo noi. Ricordiamoci che niente viene raccontato per caso e soprattutto che, nello stesso momento in cui noi guardiamo la televisione divertiti, qualcuno di nascosto ci sta osservando.

Davide Giannecchini

post di questa categoria

Medea di Ronconi - Foto di Umberto Favretto

Medea di Luca Ronconi ...

Medea di Luca Ronconi al Teatro Verdi

kraftwerk c2c

Kraftwerk – R...

Kraftwerk – “The Man Machine” | Artwork della domenica

godblesscomputers

Godblesscomputers @ Th...

Godblesscomputers @ The Cage [ report ]

kaos

Kaos e Dj Craim @ Depo...

Kaos e Dj Craim @ Deposito Pontecorvo [report]

ultimi post caricati

IF2017: le interviste (foto: Lorenzo Antei)

IF2017: Le interviste ...

IF2017: Le interviste by RadioEco

Emergency

IF2017: EMERGENCY -INT...

IF2017: EMERGENCY -INTERVISTA AL PRESIDENTE ROSSELLA MICCIO

IF2017: Passione e dolore - “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Passione e dol...

IF2017: Passione e dolore – “Patti Smith: dream of life”

IF2017: Arrivederci al prossimo anno - Recap giorno 4

IF2017: Arrivederci al...

IF2017: Arrivederci al prossimo anno – Recap giorno 4

Commenti