Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Slow Food insegna a mangiare sostenibile alla Festa del Pane

Lo scorso week-end Pisa si è trasformata in un giardino fiorito in occasione della III edizione di  “Fior di città” e Radioeco era lì, a curiosare nel festival dedicato interamente alla natura, con percorsi guidati per la città, conferenze, workshop e laboratori. Obiettivo principale dell’evento è stato  promuovere la cultura del verde e il rapporto con la natura come elementi essenziali nello sviluppo di un vivere armonico.

Ecco perché insieme ai fiori, protagonisti della manifestazione sono stati anche i prodotti agricoli e i presidi del gusto di Slow Food.

Proprio Slow Food, infatti,  ha curato una conferenza su quello che è il cibo fondamentale della nostra dieta mediterranea e non solo: il Pane.

Un alimento antico quanto il mondo, tanto fondamentale quanto sminuito, forse anche maltrattato:  tra gli scaffali della grande distribuzione, pieni di pane confezionato, industriale,  con materie prime di provenienza remota e conservanti di tutti i tipi, è quasi impossibile trovare del pane di qualità, fatto con ingredienti selezionati, con la giusta lievitazione, con “quel sapore di una volta”. Un luogo comune quanto mai reale questo: ritrovare i sapori di una volta è diventata una vera e propria sfida, una sfida che Slow Food ha accolto in pieno,  innanzitutto con la difesa del luogo e delle tradizioni grazie alla recente conquista del marchio DOP da parte del pane toscano,  “ciò significa che fin dalla coltivazione del grano bisogna stare in Toscana e grazie a questo il territorio toscano può tornare ad essere il produttore di frumento”, ci ha detto Giuliano Meini, responsabile di Slow Food Pisa.  È un restauro, quindi, del legame tra prodotto e territorio: un modo per valorizzare il brand del made in Italy anche per il settore agricolo e riportare così reddito nelle tasche degli agricoltore.

Alessandra Scalera intervista Giuliano Meini

C’è bisogno, quindi, di scelte etiche da parte del consumatore, prima ancora che economiche: solo così è possibile dare una svolta al mercato , restituendo dignità ai produttori e qualità ai prodotti. Si tratta di educare il consumatore, orientandolo verso scelte consapevoli  e sostenibili.

La sostenibilità è infatti il valore principale a cui Slow Food si ispira, e proprio per questo  ha deciso di patrocinare il nostro Festival delle Radio Universitarie che si terrà a Pisa i prossimi 3, 4 e 5 maggio, che in questa VI edizione  ha come tema proprio la sostenibilità: dal valore della raccolta differenziata, alle iniziative promozionali sostenibili, fino alla scelta di offrire a ospiti e studenti pasti a base di prodotti di filiera corta e a km 0. “L’orto spiega sempre Meini  “è stato scelto per essere  il mezzo per raccontare la sostenibilità: l’orto come elemento che mette in rapporto l’uomo e la terra, proprio perché il cibo, se ci pensiamo, è ciò che consente alla terra di esprimere la propria generosità verso l’uomo”.

Al cosiddetto FRU Village, che verrà installato per i 3 giorni del festival sotto le Logge dei Banchi (accanto a Palazzo Gambacorti), sarà infatti presente, tra gli stand delle radio universitarie, un “orto point”, dove gli esperti di Slow Food terranno lezioni di giardinaggio con la possibilità di portare a casa gratuitamente delle piantine per avere la possibilità di coltivare nel proprio giardino o sul balcone cibo buono, pulito e giusto.

Al FRU Village, come ai concerti gratuiti previsti per le serate del FRU, ci sarà anche “Ir Gallo”, negozio di Via Lucchese noto ai buongustai, che offrirà focacce, panini, vino e birra artigianale, secondo il principio del “bevi sostenibile”: tornando al bancone con lo stesso bicchiere (rigorosamente biodegradabile) è prevista una riduzione notevole del prezzo della bevanda.

Slow Food sarà infine presente al Festival nella persona di Silvio Greco, che parteciperà, insieme a Francesco Gesualdi, Riccardo Milano, Marinella Levi e Annarita Bramerini, alla conferenza del 3 maggio, che avrà appunto come tema la sostenibilità in tutte le sue forme.

Per ulteriori informazioni sul FRU 2012: http://www.fru12.it/

e sulle attività e i principi di Slow Food Pisa: http://slowfood.pisa.it/index.html

Fernanda Gugliotta e Alessandra Scalera

Redazione News

 

post di questa categoria

DSC_3457_copia

Heretico, dopo questo ...

Heretico, dopo questo appartente nulla – @TeatroEra

clap clap band

eventi in Toscana: Cla...

eventi in Toscana: Clap Clap Band e molto altro | ATP #114

aphrodite al deposito pontecorvo

eventi in Toscana: Aph...

eventi in Toscana: Aphrodite al Deposito Pontecorvo e molto atro| ATP #112

Capodanno 2018 in Toscana

Capodanno 2018 in Tosc...

Capodanno 2018 in Toscana: concerti e molto altro| ATP #111

ultimi post caricati

fantastic

Fantastic Mr Fox &...

Fantastic Mr Fox & More | Demography #251

tiramisu pistacchio

Tiramisù al pistacchi...

Tiramisù al pistacchio

il tuo anno perfetto inizia da qui

Il tuo anno perfetto i...

Il tuo anno perfetto inizia da qui

Cranberries

The Cranberries, To Th...

The Cranberries, To The Faithful Departed | Artwork della Domenica

Commenti