Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Slow Food insegna a mangiare sostenibile alla Festa del Pane

Lo scorso week-end Pisa si è trasformata in un giardino fiorito in occasione della III edizione di  “Fior di città” e Radioeco era lì, a curiosare nel festival dedicato interamente alla natura, con percorsi guidati per la città, conferenze, workshop e laboratori. Obiettivo principale dell’evento è stato  promuovere la cultura del verde e il rapporto con la natura come elementi essenziali nello sviluppo di un vivere armonico.

Ecco perché insieme ai fiori, protagonisti della manifestazione sono stati anche i prodotti agricoli e i presidi del gusto di Slow Food.

Proprio Slow Food, infatti,  ha curato una conferenza su quello che è il cibo fondamentale della nostra dieta mediterranea e non solo: il Pane.

Un alimento antico quanto il mondo, tanto fondamentale quanto sminuito, forse anche maltrattato:  tra gli scaffali della grande distribuzione, pieni di pane confezionato, industriale,  con materie prime di provenienza remota e conservanti di tutti i tipi, è quasi impossibile trovare del pane di qualità, fatto con ingredienti selezionati, con la giusta lievitazione, con “quel sapore di una volta”. Un luogo comune quanto mai reale questo: ritrovare i sapori di una volta è diventata una vera e propria sfida, una sfida che Slow Food ha accolto in pieno,  innanzitutto con la difesa del luogo e delle tradizioni grazie alla recente conquista del marchio DOP da parte del pane toscano,  “ciò significa che fin dalla coltivazione del grano bisogna stare in Toscana e grazie a questo il territorio toscano può tornare ad essere il produttore di frumento”, ci ha detto Giuliano Meini, responsabile di Slow Food Pisa.  È un restauro, quindi, del legame tra prodotto e territorio: un modo per valorizzare il brand del made in Italy anche per il settore agricolo e riportare così reddito nelle tasche degli agricoltore.

Alessandra Scalera intervista Giuliano Meini

C’è bisogno, quindi, di scelte etiche da parte del consumatore, prima ancora che economiche: solo così è possibile dare una svolta al mercato , restituendo dignità ai produttori e qualità ai prodotti. Si tratta di educare il consumatore, orientandolo verso scelte consapevoli  e sostenibili.

La sostenibilità è infatti il valore principale a cui Slow Food si ispira, e proprio per questo  ha deciso di patrocinare il nostro Festival delle Radio Universitarie che si terrà a Pisa i prossimi 3, 4 e 5 maggio, che in questa VI edizione  ha come tema proprio la sostenibilità: dal valore della raccolta differenziata, alle iniziative promozionali sostenibili, fino alla scelta di offrire a ospiti e studenti pasti a base di prodotti di filiera corta e a km 0. “L’orto spiega sempre Meini  “è stato scelto per essere  il mezzo per raccontare la sostenibilità: l’orto come elemento che mette in rapporto l’uomo e la terra, proprio perché il cibo, se ci pensiamo, è ciò che consente alla terra di esprimere la propria generosità verso l’uomo”.

Al cosiddetto FRU Village, che verrà installato per i 3 giorni del festival sotto le Logge dei Banchi (accanto a Palazzo Gambacorti), sarà infatti presente, tra gli stand delle radio universitarie, un “orto point”, dove gli esperti di Slow Food terranno lezioni di giardinaggio con la possibilità di portare a casa gratuitamente delle piantine per avere la possibilità di coltivare nel proprio giardino o sul balcone cibo buono, pulito e giusto.

Al FRU Village, come ai concerti gratuiti previsti per le serate del FRU, ci sarà anche “Ir Gallo”, negozio di Via Lucchese noto ai buongustai, che offrirà focacce, panini, vino e birra artigianale, secondo il principio del “bevi sostenibile”: tornando al bancone con lo stesso bicchiere (rigorosamente biodegradabile) è prevista una riduzione notevole del prezzo della bevanda.

Slow Food sarà infine presente al Festival nella persona di Silvio Greco, che parteciperà, insieme a Francesco Gesualdi, Riccardo Milano, Marinella Levi e Annarita Bramerini, alla conferenza del 3 maggio, che avrà appunto come tema la sostenibilità in tutte le sue forme.

Per ulteriori informazioni sul FRU 2012: http://www.fru12.it/

e sulle attività e i principi di Slow Food Pisa: http://slowfood.pisa.it/index.html

Fernanda Gugliotta e Alessandra Scalera

Redazione News

 

post di questa categoria

Lorenzo Kruger al Cinema Lumière, Pisa

Lorenzo Kruger e le ca...

Lorenzo Kruger e le canzoni dei Nobraino [report]

FIPILI HORROR FESTIVAL

FIPILI Horror Festival...

FIPILI Horror Festival 2018 – settima edizione

villazuk

VillaZuk + Dome la Mue...

VillaZuk + Dome la Muerte EXP [ report ]

james senese

James Senese live @Lum...

James Senese live @Lumiere Pisa [ report + foto ]

ultimi post caricati

pop dei coreani

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #12: POP E ROCK COREANI

eventi james senese

eventi in toscana: lum...

eventi in toscana: lumiere, deposito e…|atp #126

Le ultime 3 piattaforme consigliate, ph. Jasmine El Kaabi

Copie Digitali Online:...

Copie Digitali Online: dove acquistarle e come! NerdEco #19

rapa

Orecchiette fatte in c...

Orecchiette fatte in casa e cime di rapa

Commenti