Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Social network: non li ho usati per un mese e sono ancora viva

Il 22 Febbraio è lo #sconnessiday, un’iniziativa per sensibilizzare all’uso corretto della tecnologia e dei social network. Io ho voluto anticipare  questa giornata e sottoporre me stessa a un esperimento sociale.

social network

L’idea ha iniziato a balenarmi in testa quando ho saputo che, secondo recenti studi, ogni persona guarda in media lo smartphone ben 85 volte in un giorno e, se pensate che siano troppo poche, probabilmente, una dieta da social network non farebbe male nemmeno a voi.

Ecco allora un elenco di vari aspetti della vita quotidiana che mi hanno fatto riflettere in un mese di social-detox!

Abitudine

Se decidete di prendervi anche voi una pausa dalla tecnologia, non temete l’effetto dei primi giorni, e soprattutto delle prime ore, in cui sarete invasi da una strana sensazione di disagio, quella che gli esperti chiamano “nomofobia”, ossia la paura di rimanere disconnessi dallo smartphone. Bisogna solo mantenere la calma e resistere: una volta superati i primi momenti di tentazione se ne trarranno solo benefici.

Rapporti sociali

social networkLe uniche app social che ho lasciato sul cellulare sono state quelle di messagistica (Whatsapp, Telegram) perché la mia idea era solo disintossicarmi dalla tecnologia, senza fare l’eremita. Probabilmente se avessi eliminato anche quelle, gli effetti sulla mia (già esigua) vita sociale sarebbero stati maggiori, ma questo non ha evitato alcuni momenti di disagio nei miei rapporti sociali.

Una delle peggiori situazioni che ho affrontato in questo mese è stata la tipica scena, che senza dubbio accade a chiunque ogni giorno senza eccezioni, in cui sei seduto intorno ad un tavolo con i tuoi amici e sono tutti con gli occhi fissi sugli smartphone: chi guarda Facebook, chi pubblica un’Instagram story, chi controlla i like all’ultima foto. I miei occhi invece? In quei momenti cercavano invano lo sguardo di qualcuno dei presenti, ma trovavano risposta solo nel vuoto.

Pause quotidiane

La situazione degli occhi che fissano il vuoto purtroppo si presentava anche in altre occasioni e probabilmente qualcuno mi avrà presa per una sociopatica. Mi spiego meglio: pensate di essere in un corridoio dell’università e essere fissati insistentemente da una sconosciuta. Se siete studenti dell’Università di Pisa e vi è capitato di recente, probabilmente quella sconosciuta ero io, ma tranquilli, non stavo fissando voi. C’erano quei momenti di pausa studio in cui mi sedevo e, a differenza di altre volte in cui vagavo sui social, non avevo nulla da fare se non vagare tra i miei pensieri fissando il vuoto e lasciando involontariamente cadere lo sguardo su poveri sconosciuti malcapitati davanti a me.

Incubi

Dopo un paio di settimane di astinenza da social network la mia mente era di sicuro più rilassata: niente più stalking compulsivo, non più la mania di postare foto, nessun bisogno di controllare like, nessuna voglia di controllare chi visualizzasse le storie di Instagram. Peccato però che il mio subconscio non la pensasse esattamente così. Sarà stato per un calo di dopamina? Probabile, visto che recenti studi scientifici attestano che la nostra dipendenza dai social network è dovuta proprio al rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore associato a sensazioni di benessere che, nel caso dei social, ci da una botta di autostima quando riceviamo like, messaggi e visualizzazioni. In ogni caso, dopamina o no, dopo una quindicina di giorni ho sognato di connettermi su Facebook di nascosto, ma per fortuna al risveglio ho saputo resistere alla tentazione dei miei pensieri inconsci.

Reazione della gente

social networkLa cosa più sconcertante di tutta questa storia è stata, come in tutti i campi della vita, la reazione della gente. “Ehi ma tutto bene?”, “È successo qualcosa?”, “Perché lo stai facendo?” sono state le prime reazioni dei miei amici, che non riuscivano a capacitarsi del fatto che volevo solo disintossicarmi un po’, fino a chiedermi ogni settimana “Ma come stai? Cosa fai senza social network?”. Ovviamente non bastava rimanere sconcertati perché, come al solito, tutti si sono sentiti in diritto e in dovere di dover esprimere la propria opinione. “Eh ma che senso ha?”, “Allora se proprio lo vuoi fare togli tutte le app, anche Whatsapp, altrimenti non ha senso!” ,“Tanto non resisti nemmeno una settimana”, “Tanto è inutile perché poi ritornerai a riutilizzare i social come prima!”, sono solo alcune delle frasi che mi sono sentita dire da chi si sentiva di dover necessariamente dire la propria. Se rientrate in questa categoria di persone, mi dispiace dirvelo, ma l’indole umana tende a dover trovare una giustificazione quando non si riesce a raggiungere un obiettivo e quindi criticare chi ci riesce: forse avreste bisogno di una pausa da social network anche voi.

Il ritorno sui social network

Dopo un mese di totale astinenza da social, rieccomi tra i comuni mortali a ricondividere foto e sbirciare le vite degli altri. È cambiato qualcosa? Sì. L’abitudine è tutto. Un mese senza i social mi ha fatto perdere l’abitudine compulsiva di aprire le app sul mio smartphone senza nemmeno farci caso con totale assenza di controllo, ora ne faccio un uso più consapevole e consiglio a tutti di staccarsi dai social network per un periodo: ne trarrete solo relax!

Adriana Vernice per Radioeco

post di questa categoria

Mary Poppins

Il ritorno di Mary Pop...

Il ritorno di Mary Poppins: la recensione

DuWVTyoXcAEw85I-1544763444-640x625

Anastasio , Elisa, Zay...

Anastasio , Elisa, Zayn, Ariana Grande e molti altri |Demography #323

petrella

Petrella, Scardino, Ho...

Petrella, Scardino, Hobby Horse e tanti altri suoni | demography #322

francesca michielin

Francesca Michielin li...

Francesca Michielin live al Reverse e tanti altri eventi| ATP #156

ultimi post caricati

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Ph. Irene Camposano

Stefano Bellani al Pis...

Stefano Bellani al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Café

Saverio Raimondo - Pisa Comedy Fest

Saverio Raimondo al Pi...

Saverio Raimondo al Pisa Comedy Fest @ Leningrad Cafè

Foto dell'evento.

ELSA Day: Parole in as...

ELSA Day: Parole in ascolto @ Gipsoteca

Commenti