Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Solfrizzi in scena al Teatro Verdi

Emilio Solfrizzi nei panni de Il Borghese Gentiluomo calca il palco del Teatro Verdi di Pisa

Emilio Solfrizzi in "Il Borghese Gentiluomo"locandina signedevents.com

Emilio Solfrizzi in “Il Borghese Gentiluomo”locandina signedevents.com

Gli scorsi 21 e e 22 gennaio 2017, Emilio Solfrizzi, dopo il successo della scorsa stagione con Feydeu, è tornato a calcare il palcoscenico del Teatro Verdi di Pisa come protagonista di un altro grande classico del teatro francese: Il Borghese Gentiluomo di Moliere, regia di Armando Pugliese con traduzione e adattamento di Annarosa Pedol.

Solfrizzi è stato in grado di impersonare opportunatamente la parte del protagonista mediante le sue doti espressive e comiche già ben note al gran pubblico.

Il personaggio del signor Jourdain di origini borghesi, ha la grande aspirazione di diventar un “gentiluomo”, un nobile a tutti gli effetti. Si delinea così la bizzarra evoluzione di un uomo che cerca di costruirsi la propria arrampicata sociale seguendo delle “lezioni” impartite da maestri di musica, di ballo, di scherma e filosofia. Tutti personaggi che si dilettano a far passare la propria arte ed il proprio insegnamento come nozioni indispensabili per un vero signore.

Vediamo Solfrizzi mettersi alla prova in “sinuose” danze, lezioni di “filosofia”, di combattimenti ed italiano.

Filo rosso tra tutti questi “maestri” che ruotano attorno al “Borghese gentiluomo” è il prendersi gioco di un uomo che sogna una nobiltà fatta di bei valori, una nobiltà fittizia, un’aspirazione al divenir altro che non riesce a compiersi e sfocia inevitabilmente in una farsa che celebra l’ingenuità di Jourdain, preso in giro da tutti coloro che lo hanno aiutato nella definizione della sua decadenza morale.

Emilio Solfrizzi in scena  teatrodellapergola.com

Emilio Solfrizzi in scena teatrodellapergola.com

Le aspirazioni del povero Jourdain nel divenire un uomo di sani principi, colto e benestante, si scontrano con la realtà dei fatti: la nobiltà cela in sè personaggi in rovina, costretti a chiedere denaro ad altri per mantenere viva la propria immagine: lustrarsi le scarpe, vestire bene, cotonarsi i capelli.

I sani principi sono in realtà sempre stati in famiglia, tessuti da i valori di “un’umile Borghese” come la moglie di Jourdain, interpretata da Anita Bartolucci, figura razionale e pragmatica: l’unica ad aver da sempre capito che la vera nobiltà è nell’anima.

Uno spettacolo godibile, specie per la seconda parte più con un migliore equilibrio tra i personaggi presenti in scena, mentre la prima risulta essere contrassegnata quasi esclusivamente dalla carica mimica e dagli sketch “a macchietta ” del protagonista.

Funzionale l’ambientazione non seiecentescama piuttosto un “non luogo” e un tempo che ci risulta familiare e che ci può far riconoscere i giorni nostri. 

Molto belli i costumi, soprattutto quelli indossati nel finale dalla compagnia. Geniali inoltre i cambi di scena ottenuti mediante utilizzo di intermezzi musicali cantanti e ballati.

Dopo Pisa, la tournée proseguirà a Grosseto e Piombino per approdare poi, dal 27 gennaio al 5 febbraio, al Teatro alla Pergola di Firenze e continuare successivamente negli altri principali teatri italiani.

Isabel Viele e Elena Alei per RadioEco

post di questa categoria

Francesco Totti - Foto by www.Gds.it

Totti – Grazie, ...

Totti – Grazie, Capitano!

Bersani a Pisa - foto @Art1MDPPisa

Bersani a Pisa: tra re...

Bersani a Pisa: tra reminiscenze e programmi futuri

Piovani

Concerto di Nicola Pio...

Concerto di Nicola Piovani @Piazzadeicavalieri @Danteprima

20170526_111203

Rumors al Teatro Sant...

Rumors al Teatro Sant’ Andrea

ultimi post caricati

18765086_10212866607570685_12350508_o

Spaghettoni Con Cicori...

Spaghettoni Con Cicoria

spring attitude

Spring Attitude 2017 [...

Spring Attitude 2017 [report]

ON POINT (5)

Ghali – Lapalux ...

Ghali – Lapalux | Demography #206

eventi wom

Eventi della settimana...

Eventi della settimana – ATP | WØM FEST – MI AMI e tanto altro

Commenti