Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

RTL 102.5 provoca il web con un sondaggio antimeridionale

Regola n. 1 : macinare like ad ogni costo e aumentare le interazioni alle pagine fan. Uno dei punti più dequalificanti di molte testate ed emittenti è proprio questo: generare vespai anche quando non c’è assolutamente motivo. La notizia, se va bene, passa in secondo piano. Il più delle volte, invece, la notizia non sussiste neanche.

Se eravamo abituati a vedere certe giocate squallide su testate come “Libero” o “Il Giornale”, ora siamo costretti – nostro malgrado – a leggerle sulla pagina fan di una radio nazionale: RTL 102.5.

Nella mattinata di lunedì, dalla pagina ufficiale dell’emittente spunta fuori un quesito: “Il Sud Italia, siate sinceri: lo considerate una risorsa, un problema, un buco nero, il futuro?”

 

Al milione e mezzo di fan della pagina è stata data in pasto una domanda che, così com’è formulata, voleva solleticare solo le pulsioni più basse del regionalismo.

L’obiettivo di chi ha pubblicato il quesito era alimentare un dibattito in calce al post. Gli autori, però, non hanno tenuto conto che il dibattito poteva rivoltarsi contro la stessa emittente, rea di aver sollevato un quesito fuori luogo e privo di collegamenti con l’attuale situazione politica. Un’ondata di insulti, accuse, proteste ha inondato il post in questione. Qualche commentatore ha anche ricordato, tra i commenti, l’incresciosa vicenda che ha visto le sedi di RTL 102.5 perquisite per infiltrazioni della ‘ndrangheta. In tantissimi hanno dichiarato che non seguiranno più la radio.

La domanda, così formulata, non è innocente. Infatti si rivolge implicitamente ai soli ascoltatori del nord. Alla domanda, infatti, non interessa il parere della popolazione che proviene dal sud, che ci vive o che ci vuole tornare a vivere.

Un sondaggio etichettatore e provocatorio, dunque, dove il Nord viene chiamato a giudicare il Sud, senza filtri e in con termini dubbi e discriminatori quali “buco nero”, non può che gettare un profondo discredito sull’emittente. Aggiungiamo che, mentre sto scrivendo, il post è ancora lì e non è arrivata alcuna scusa da RTL 102.5.

Sulla miserabilità della domanda non ci pronunciamo oltre. Rimane il quesito del perché una domanda del genere viene posta in un momento in cui faticosamente si sta costruendo un’unità nazionale. La crisi economica ha di fatto depotenziato l’argomento “questione meridionale”, spalmando a livello nazionale i malesseri che un tempo appartenevano soltanto al Mezzogiorno. Viceversa l’elezione di un Presidente della Repubblica siciliano ha dimostrato come non esista alcuna pregiudiziale politica sul Meridione. Persino Salvini è sceso sino al Sud per farsi perdonare dagli errori della Lega sotto Bossi. Inoltre i venti di guerra che soffiano dalla Libia hanno l’effetto indiretto di risvegliare il concetto di appartenenza nazionale.

Se soltanto le testate e le radio si ponessero le giuste domande al momento giusto, l’Italia sarebbe senz’altro un posto migliore. E invece nell’Italia peggiore molti media vogliono continuare a sguazzare e a moltiplicarsi. Ma se li conosci, li eviti.

Meno male che in tutta Italia RTL 102.5 usa la stessa frequenza, così non correrò il rischio di sintonizzarmi su questa “Radio Padania 2.0” neanche per sbaglio.

Giuseppe F. Pagano

post di questa categoria

kae

Kae: Clap! Clap! ̵...

Kae: Clap! Clap! – Populous | Artwork della Domenica

clap

Best Of 2017: Da Clap!...

Best Of 2017: Da Clap! Clap! a Mana| Demography #243

serata

eventi in toscana: ser...

eventi in toscana: serate jazz e…|atp #109

Pirati sbarcano a Teat...

Pirati sbarcano a Teatro Verdi !

ultimi post caricati

oznor

Convivio invernale in ...

Convivio invernale in scena al Teatro Lux

campionato di giornalismo

CAMPIONATO DI GIORNALI...

CAMPIONATO DI GIORNALISMO: CRONISTI IN CLASSE

ryanair

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Ryanair

Albert Einstein

Albert Einstein: la te...

Albert Einstein: la teoria della felicità messa all’asta – Enjoy the Science, rubrica scientifica di Radioeco

Commenti