Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Sons Of Kemet live @Deposito Pontecorvo|Pisa Jazz [report + foto]

La stagione del Pisa Jazz si è chiusa ieri al Deposito Pontecorvo con i Sons of Kemet, super jazz band britannica.

sons

La band nata dalla mente del sassofonista e clarinettista Shabaka Hutchings  con l’obiettivo di ripensare e ricontestualizzare idee musicali di origine afro-caraibica, è formata anche dalla tuba di Theon Cross, e da una sezione ritmica potentissima con due batterie suonate da Eddie Hick e Tom Skinner. I ritmi ipnotici della doppia batteria fanno da cornice al gioco cromatici del sassofono, del clarinetto e della tuba; il risultato è un mix rivoluzionario di musica che abbraccia jazz, rock, dub e folk dei Caraibi e una performance tra le più elettrizzanti, cinetiche e pronte a far tremare la terra. E così è stato: i Sons of Kemet hanno iniziato il loro live in crescendo, scaldando il pubblico per portarlo a un delirio di ritmi sempre più frenetici.

sons

Quattro musicisti spettacolari, i Sons of Kemet sono senz’altro una band che merita di essere vista dal vivo, una, due, mille volte. Già il loro ultimo lavoro, Your Queen Is A Reptile, merita l’ascolto in cuffia dal momento che è un album godibilissimo, ma posso garantirvi che dal vivo i Sons of Kemet sono un’autentica esplosione! Sons of Kemet è un progetto di jazz fatto di potentissimi ritmi tribali, a cui tengono testa i due batteristi, che creano tutta la base su cui poi si sbizzarrisce innanzitutto la tuba di Theon Cross, suonata quasi ininterrottamente per un’ora e mezza sul palco del Deposito. Su questo tappeto arriva poi il sassofono di Hutchings, che più che un jazzista sembra il chitarrista virtuoso di una rock star sul palco, per il modo in cui si inserisce nella melodia, suonando come un pazzo e dimostrando una bravura che, insieme a quella del resto dei Sons of Kemet, sembra fuori dal normale.

sons

Insomma, se vi siete persi il live conclusivo di questa stagione del Pisa Jazz, siete stati dei folli, perché i Sons of Kemet sono una band che assolutamente va ascoltata dal vivo, per capire la potenza effettiva del progetto. Quindi intanto, guardate anche le nostre foto di ieri sera, poi andate a recuperare su Spotify o dove preferite, e poi mangiatevi le mani.

Grazia Pacileo

post di questa categoria

51919770_340352986571618_6689221017295912960_n

Sorprese per questo fi...

Sorprese per questo fine febbraio. Festival, serate funky e swing | atp #165

Unloved

Unloved, Vök, Pereira...

Unloved, Vök, Pereira & more | Demography #354

DSC_3519

Firenze Fantasy parte ...

Firenze Fantasy parte il countdown NerdEco #57

K Á R Y Y N

K Á R Y Y N, Amon Tob...

K Á R Y Y N, Amon Tobin, Not Waving & more|Demography #353

ultimi post caricati

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Foto di Giuseppe Flavio Pagano

ensemble Entr’acte ...

ensemble Entr’acte – Concerti della Normale

50012384_10155968040120848_6768598884873666560_o

Pisa Jazz e tanti altr...

Pisa Jazz e tanti altri eventi | ATP #162

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Commenti