Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Sorcha Richardson- Yuma X- Hic Sunt Leones- Demography #61

Demography in vacanza non vuole proprio andarci, vi proietta nei mesi estivi con dei pezzi scelti quasi a proposito, parliamo del nuovo singolo di Sorcha Richardson, Swiming pool la prima prova degli Yuma X, e la band livornese Hic sunt leones.
Sorcha Richardson

Photo by Matthew Zach Kelly

Sorcha Richardson è una cantante che riesce a fondere la sua passione per l’elettronica con la presenza di testi profondamente elaborati e che non soffrono rispetto alla componente sonora.
Uscita nel 2012 con l’ep Sleep Will Set Me Free e ritrovandosi improvvisamente con più di 200,000 seguaci su Soundcloud, dopo aver firmato con la Crosswalk records di Parigi lavora al suo nuovo ep uscito il 26 maggio ed inaugurato con una serie di date in giro per l’America.
Petrol Station è il singolo estratto ed unisce un pop folk scandito da sinth ed elettronica con la voce calda e suadente dell’artista, il brano ci accompagna innestandosi come un ricordo ed imponendo di ascoltare in loop la traccia che inevitabilmente si attacca come colla creando dipendenza.

Sorcha Richardson
Yuma X e’ un duo australiano, informazioni sul loro conto ne abbiamo davvero pochissime, quello che però sappiamo per certo è che sono stati in grado di ricreare da una cover di Ghoul un sound che lascia senza parole.
Siamo di fronte alla perfetta unione di elettronica e pop, un pezzo da ascoltare a ripetizione estromettendo il resto del mondo, la voce di Lucy non è così particolare da lasciare senza fiato eppure con la valenza emotiva che riesce ad esprimere da parole semplici e dirette Swimming Pool riesce a diventare un ottima droga da ascolto.
È un vero e proprio esercizio di rilassamento, come se galleggiassimo appunto in una piscina, ed è un effetto reso senza mirabolanti giochi di stile, ma da una serie di semplici accordi, sinth, e percussioni che rilassano il corpo ed il cervello.
Dopo il primo ascolto può essere ancora definita una cover?

unnamed
Hic Sunt Leones in uscita per Inner Animal Recordings propongono Granny Lunchitime l’ep d’esordio del gruppo livornese entrato di diritto in quel collettivo di band della città che vantano nomi di spicco nel panorama musicale indipendente italiano come i Bad Love Expercience e i Mandrake.
Gli Hic sunt leones profumano di swing ed allo stesso tempo utilizzando un riverbero di elettronica riescono a rimanere ancorati al 2015, la voce del vocalist riesce a farsi spazio fra strumenti classici e sinth aggiungendo una valenza pop essenziale a far funzionare un brano come questo.
Qualcosa di buono e che può migliorare.

Chiara Manera

post di questa categoria

snarky puppy

Dopo il terzo Grammy, ...

Dopo il terzo Grammy, intervista agli Snarky Puppy @ Pisa Jazz

risotto viola

Risotto Viola alla Mel...

Risotto Viola alla Mela e Limone

Press conference- Marquez, Rossi e Viñales - MotoGP.com

Rossi “sei” primo!...

Rossi “sei” primo! La febbre delle due ruote

Itaca exwide (2)

Itaca – L’...

Itaca – L’amore è tornato in città – “itaca mi manchi” release party @ Ex Wide [live report]

ultimi post caricati

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

20170421_182407

Gabriele del Grande li...

Gabriele del Grande libero subito!

ijf17 - Recap giorno 5 del festival - "maratona ijf17"

ijf17 – Recap gi...

ijf17 – Recap giorno 5 del festival – “maratona ijf17″

laeffe_agnelli

Manuel Agnelli, Afterh...

Manuel Agnelli, Afterhours – #ijf17

Commenti