Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Squalloscope, Cosmo, Elisa Bee & more| demography #242

Serve una playlist per arrivare a fine settimana? Nessun problema, ci pensa Demography con la nuova uscita di Squalloscope, The Soft Moon, Cosmo e tantissimo altro.

Nelle playlist di Demography ci trovate sempre un po’ di tutto, specie se fatte dalla sottoscritta, partono con la botta e poi nel mezzo torna un po’ di spleen (non è mai abbastanza). Il primo brano che apre questo nuovo numero di Demography è Moonchild di Kenneka Cook, per dare subito una nota di colore. Moonchild è la title track dell’album di debutto della cantante, che uscirà il prossimo 23 febbraio, per l’American Paradox Records.
Si continua tornando nel vecchio continente, con Squalloscope e la sua Hate Cake. Squalloscope, all’anagrafe Anna Kohlweis, è una songwriter viennese, che oltre a scrivere e cantare canzoni, fa anche molto altro. Squalloscope infatti è un’artista a tutto tondo, illustratrice, produttrice, di sicuro non trova tempo per annoiarsi. Nella nostra playlist abbiamo inserito il nuovo singolo del suo album, Exoskeletons for Children uscito per Fake Four Inc./Seayou Records. Di Hate Cake la stessa Squalloscope dice che è nata nel migliore dei modi, con un vocale sbronzo trovato sul telefono, in cui diceva “abyss mall fountain / donut / puking through the hole”. Il nuovo singolo di Squalloscope è un brano divertente che nasconde però un’acuta osservazione di tante dinamiche del presente, soprattutto quella dell’apparente calma mentre ad esempio si provano le pose davanti a uno specchio, e in realtà dentro si è pietrificati e terrorizzati.

squalloscope

Squalloscope

Andiamo avanti e arriviamo al nuovo singolo di Cosmo, Turbo, che ci butta prepotentemente sul dance floor! Turbo è un brano quasi no sense, con un ritmo serrato che entra in testa e non se ne va. A detta di Cosmo, tutto nasce dalla potenza di un frammento musicale siriano, da lì si sviluppa tutto il vortice del pezzo che anticipa il prossimo lavoro di CosmoCOSMOTRONIC, in uscita il prossimo 12 gennaio per 42 Records. Fino a gennaio possiamo lasciarci trascinare dalla giostra di Turbo, tanto “è divertente, non pensi a niente”.
Ad introdurci nella parte più “dark” della playlist è il duo modenese Insects TheorySelftitled è il primo EP del duo modenese composto da Giorgio Bandieri e Giovanni Fiorani, autoprodotto e uscito lo scorso primo dicembre.
Spinti dalla curiosità e dalla voglia di sperimentare, nella loro musica mescolano elettronica, post-rock, trip-hop e rock , formando così un coacervo di emozioni e suoni nuovi. Tra le loro influenze, impossibile non menzionare Crystal castles, Nine Inch nails, New Order, Nick Cave, God Is An Astronaut. In playlist trovate il brano The Bird That Spoke Too Much, deliziosamente privo di fronzoli, minimal, suoni disturbati al punto giusto e un’evidente richiamo e omaggio alle fonti di ispirazione sopra citate. Se questa è la partenza degli Insects Theory, ci aspettiamo un viaggio suggestivo!

squalloscope

Cosmo

E continuando sulla scia dei NIN, li ritroviamo anche nel nuovo singolo de The Soft Moon, It Kills. Un fortissimo richiamo alla New Wave che mi implorava di essere inserito nella playlist! Dopo le sonorità orientali dei Garden City Movement chiudiamo con SOHN che ogni tanto rispunta con brani del suo primo EP, come Red Lines, che vale la pena inserire perché sono di un’eleganza indiscutibile, e con Pulsar di Elisa Bee. Mind Game è l’EP della Dj sarda uscito per l’etichetta Unkown To The Unknown, che ottiene sempre più consensi più che meritati all’interno del panorama musicale.

squalloscope2

Elisa Bee

Grazia Pacileo

post di questa categoria

Ainé

Ainé: passione e groo...

Ainé: passione e groove al Lumiere di Pisa

WhatsApp Image 2019-03-23 at 02.34.26

Pasta al Forno –...

Pasta al Forno – Universitari in Cucina

nubya garcia

Nubya Garcia live al P...

Nubya Garcia live al Pisa Jazz Festival .

SYML

SYML, Tusks, The Cranb...

SYML, Tusks, The Cranberries & more | Demography #369

ultimi post caricati

carnì-800x1000

“Cose storteR...

“Cose storte” di Andrea Carnì alla Libreria Pellegrini

donne 3

Donne in festa!Tanti e...

Donne in festa!Tanti eventi da non perdere questa settimana! |atp #167

DSC_8463

Emma Goldman – F...

Emma Goldman – Femminismo e anarchia alla Sms Biblio

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Commenti