Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Thegiornalisti, Francesco Motta, Tre allegri ragazzi morti – Demography #117

Il cantautorato indipendente italiano è riuscito a riprendersi dalla profonda crisi creativa in cui si era impantanato? Ne parleremo ascoltando: I Thegiornalisti, Francesco Motta, Tre Allegri Ragazzi Morti.

2016 anno dei grandi ritorni. No, non parlo degli Lcd Soundsystem o dei Radiohead  o di Moderat, rimanendo sul suolo nazionale questo nuovo anno ha visto l’uscita della crème dell’indipendente cantautorale italiano: è cominciato con l’uscita di Aurora de I Cani, poi a ruota libera si sono accodati Tre Allegri Ragazzi Morti, Francesco Motta e i Thegiornalisti. Analizzati al microscopio con attenzione a che conclusione arriviamo? Prendiamo tre brani:

1- Tre allegri ragazzi morti feat. Jovanotti – In questa grande città
I Tre allegri ragazzi morti tornano in featuring con Jovanotti e dopo il viaggio in America rimangono completamente assuefatti dai suoni della Cumbia, una musica folk popolare colombiana. I tempi dell’alternative pop (italiano, per l’amor del cielo sottolineiamolo) sono passati, da anni viaggiavano fra il raggae e l’indie pop con dubbi risultati, finché nel 2016 arriva Jovanotti. Da “Non saremo mai come voi” siamo arrivati ad un ipotetico “Ora siete voi come noi”: il tempo è passato, prima avevamo sedici anni, ora ne abbiamo trenta, ora siamo davvero diversi e siamo forse più consapevoli, almeno in ambito musicale. Sentire un Toffolo che canta quest’ anonima litania dal testo vuoto, privo di fascino e che descrive Milano come un qualunquista descrive il quadro politico italiano fa un po’ male al cuore. Non c’è invettiva, non c’è novità, c’è sempre il solito sound stantio che rimpiangevamo vent’anni fa. Tutto sembra chiuso in un noioso cerchio di anonimato musicale. Noi siamo già la generazione successiva e d’accordo, ma questo non vuol dire che dobbiamo rimanere bloccati in un punto per tutta la vita.

2- Francesco Motta – La fine dei vent’anni
Dopo i Tarm è tornato Motta, il Criminal Jokers che apriva il nuovo millennio pisano ormai sedici anni fa, ora pubblica con il suo progetto solista “La fine dei vent’anni”. Non siamo ancora stanchi di ascoltare sempre le stesse rime, di deprimerci in ritratti di realtà che si esauriscono in un pianto? Il cantautorato attuale sembra battere proprio su questo punto: autocommiserazione e squarci di quotidianeità carichi di un’ emotività logora. Motta arriva all’album della maturità con un bianco e nero di emozioni amare cavalcando un sound  anonimo. Dove almeno Niccolò Contessa nel suo Aurora è riuscito a trovare intelligentemente un nuovo approccio a questa vita (di merda), giocando con un brivido di elettro pop di qualità e testi sagaci -non all’altezza dei precedenti ma poco importa- Motta invece non riesce ad uscire dal seminato e affidandosi a sonorità ormai di un altro decennio fa parlare di sé ma non colpisce.

3- Thegiornalisti – Tra la strada e le stelle
Concludiamo con i Thegiornalisti ed il nuovo singolo Tra la strada e le stelle che anticipa l’uscita del nuovo LP. La traccia è stata pubblicata di notte, il che fa molto bohémien, nel video Tommaso Paradiso è assoluto protagonista con il suo impermeabile alla ispettore Gadget e la sigaretta in bocca: una divisa in pratica. La traccia ha un gusto nostalgico retrò di cantautorato alla Venditti, di quel tipo di sound statico e grezzo che sembra mandare indietro le lancette dell’orologio. Ma non è per niente un bene.  Aria tormentata, noia nello sguardo, apatia generazionale in prima linea ed una descrizione emotivamente molto accorata nel comunicato stampa.

Cosa accomuna queste tre tracce? La noia. Dopo anni ed anni di cantautori tormentati, di luoghi comuni stereotipati e parodie di se stessi siamo arrivati forse al giro di boa, ormai abbiamo l’orecchio abituato a determinate sonorità e forse (e dico forse) se l’indipendente diventa commerciale abbassando vertiginosamente la qualità forse dovremmo farci qualche domanda.

thegiornalisti

post di questa categoria

ATP (8)

eventi della settimana...

eventi della settimana – atp #85: Arno Vivo, Pistoia blues e Firenze rocks

Copy of Copy of ON POINT (5)

Radiohead, Populous &#...

Radiohead, Populous & More | Demography #210

pantesca

Insalata Pantesca

Insalata Pantesca

radiohead oknotok

Radiohead, “OKNO...

Radiohead, “OKNOTOK” – Artwork della Domenica

ultimi post caricati

erew

Kinzica Fantasy prima ...

Kinzica Fantasy prima edizione

Presentazione "Da Cassino ad Hollywood" - Promovie (foto @Promovie)

Cos’è Promovie?...

Cos’è Promovie? – “Da Cassino ad Hollywood” @LaFeltrinelli

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

20170611_131909

Star Event 2.0 nel cuo...

Star Event 2.0 nel cuore di Pisa

Commenti