Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Ti senti gonfia come un uovo di Pasqua?

Si sa, la Pasqua, come tutte le altre festività nel corso dell’anno, induce a mangiare più del dovuto.

Come resistere infatti alle meravigliose uova di cioccolato? O alla tipica Colomba tutta zucchero e canditi, magari farcita con cioccolato o crema?!

A gioirne sarà stato sicuramente il nostro palato e il nostro appetito; ma che dire riguardo alla nostra linea specialmente adesso che l’estate si sta avvicinando?

Secondo la Coldiretti (la principale associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana), gli Italiani mediamente, durante le vacanze pasquali, hanno accumulato circa due chili a testa!

Il nostro ordinario fabbisogno calorico giornaliero varia dalle 1600 alle 2000 Kcal, ma è stato stimato che, durante le festività appena passate, siano state assunte circa 6000 Kcal al giorno a persona… Praticamente tre volte di più! Basti pensare che un piatto di lasagne contiene circa 600 Kcal, una costoletta di agnello circa 300 Kcal e una fetta di colomba circa 400 Kcal. Ovviamente senza contare che le porzioni, spesso e volentieri, raddoppiano durante le feste.

E non è solo il cibo a far salire vertiginosamente il calcolo delle tanto odiate Kcal, perché, ad incidere sul conteggio calorico finale, svolgono il loro modesto ruolo anche le bevande alcoliche.

In compagnia infatti, senza rendercene conto, non solo si mangia di più ma si beve anche di più!

Ma allora la soluzione sarebbe quella di mangiare una foglia di insalata ai prossimi pranzi e ai futuri cenoni mentre davanti a noi c’è una tavola imbandita di ogni ben di Dio e mentre tutti i nostri parenti si ingozzano felicemente e senza preoccupazioni per la loro linea?

La risposta chiaramente è no! Nemmeno se l’estate, come in questo periodo, incombe e se, di conseguenza, incombe anche la nostra “voglia-preoccupazione” di svestirci piano piano per indossare indumenti più leggeri, corti e freschi che però, allo stesso tempo, tendono ad evidenziare gli eventuali chili di troppo.

Che fare quindi per non farci sorprendere dall’estate gonfie come un uovo di Pasqua che ci è tanto piaciuto fino a una settimana fa?

Basta seguire con determinazione, e con una grande tenacia e regolarità, poche ma efficaci regole.

Innanzitutto smettiamo di trascorrere le nostre ore libere sdraiate sul divano e iniziamo a dedicare il nostro tempo a un po’ di attività fisica; con la primavera sono iniziate anche le belle giornate di sole, quindi cosa c’è di meglio di una bella passeggiata rilassante che, allo stesso tempo, è anche un toccasana per la nostra linea e per la nostra salute?

Secondo gli esperti l’ideale sarebbe praticare, ogni giorno, almeno 60 minuti di camminata veloce, 40 minuti di cyclette oppure, per le più sportive, 20-25 minuti di corsa.

I benefici di una camminata veloce e, ancora di più, della corsa sono innumerevoli; i grassi circolanti nel sangue si riducono e inoltre, durante questa attività fisica, vengono rilasciate nel nostro organismo delle sostanze che predispongono alla calma, alla sensazione di benessere, e addirittura a un accrescimento dell’autostima. Niente di meglio per ragazze stressate dallo studio, dagli esami, dal lavoro e da mille altri impegni.

E, come se non bastasse, entrambe le attività aiutano dimagrire e a rassodare gambe, cosce e glutei.

I cambiamenti però devo avvenire anche a tavola, con l’introduzione di una dieta più equilibrata e meno ricca di grassi.

Secondo la Coldiretti, la dieta ideale per questi mesi che precedono la tanto attesa estate, è una dieta a base di frutta e verdura di stagione, di legumi e di cereali.

Via libera quindi ai carciofi, alle insalate, ai broccoli, agli asparagi, ai cavolfiori.

Per quanto riguarda la frutta, invece, tornano le gettonatissime fragole (di stagione e non quelle piene di ormoni che troviamo nei supermercati anche nei mesi invernali più freddi!), le pere, i kiwi, le arance.

Altra regola fondamentale, come tutte ben saprete, è quella di bere più acqua possibile: da un litro e mezzo ai due litri al giorno, preferibilmente naturale.

Lo scopo, non dimentichiamolo, è quello di disintossicare l’organismo a seguito degli stravizi pasquali per riportarlo alla normalità e per ripresentarsi in forma sulla spiaggia.

Nonostante questo però ricordatevi di agire sempre con moderatezza, equilibrio e controllo anche nelle diete.

Sono altamente sconsigliati i lunghi digiuni e i salti dei pasti; le misura così drastiche infatti non solo non servono a niente, ma sono addirittura controproducenti e dannose per la nostra salute.

E se, una volta ogni tanto, vi venisse ancora voglia di un po’ di cioccolata concedetevi un cioccolatino lontano dai pasti senza farvi troppi problemi.. La bellezza di tutte noi, infatti, non risiede solo nella nostra linea ma soprattutto nel nostro umore!

E cosa c’è di più brutto di vedere una ragazza depressa e imbronciata nonostante il suo corpo da pin-up?

 

Ipazia è a cura di Lavinia Franchi

post di questa categoria

Dipartimento di Giurisprudenza Unipi

Giurisprudenza cambia ...

Giurisprudenza cambia verso: variano distribuzione esami e tirocinio

Pixel 45 giri

45 giri in Gipsoteca &...

45 giri in Gipsoteca – serata conclusiva

"il cervello e la mente" - conferenza divulgativa @Gipsoteca Unipi

Il cervello e la mente...

Il cervello e la mente – intervista ad Alberto Del Guerra

Pixel a 45 giri - Gipsoteca di Arte Antica dell'Università di Pisa

Pixel a 45 giri –...

Pixel a 45 giri – Gipsoteca di Arte Antica #Unipi

ultimi post caricati

Musica W 2017 - Manifesto

Musica W Festival 2017...

Musica W Festival 2017 – TUTTE LE INFO

ATP (16)

eventi in Toscana: Mus...

eventi in Toscana: Music W Festival e non solo | ATP #91

Copy of Copy of ON POINT (9)

Demography #218 –...

Demography #218 – Mixtape | Da Actress a Clap! Clap!

ON POINT (10)

Demography #217 –...

Demography #217 – mixtape | Ninja Tune & More

Commenti