Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Tiga, Illum Sphere, Lucy Dacus – Demography #94

Tiga con Planet E promette un disco di dance viscerale. E poi Illum Sphere in atmosfere paranoiche, e il disco di esordio di Lucy Dacus: ecco demography #94

Tiga ha sempre avuto una fertile immaginazione. Da una parte affonda nella techno, dall’altra ha una sensibilità pop che gli permette di scrivere grandi pezzi. Ha appena rilasciato Planet E, preludio al prossimo disco No Fantasy Required. E si sentono buonissime vibrazioni, anche grazie alla preziosa collaborazione con Hudson Mohawke. Con Planet E Tiga vuole presentare quello che sarà un album di dance viscerale, profonda, dopo i suoi abilissimi remix (tra gli altri: LCD Soundsystem, Depeche Mode, The xx, Moby) con cui ha esplorato molteplici sonorità, tutte interessanti.

Tiga assicura che il suo sarà un album onesto e godibile, e non ci sarà bisogno di immaginazione, ci penserà lui a fornire tutto il necessario: No Fantasy Required, appunto.
La release è prevista per il 4 marzo via Ninja Tune.

Qualche settimana prima invece, sempre tramite la tagliente Ninja Tune, sarà il turno di Illum Sphere: la data del nuovo disco è fissata al 19 febbraio. Nel frattempo però è già disponibile Second Sight, ed è un pezzo enorme. Spigoloso, paranoico, metropolitano, come scenario è molto assimilabile all’ultima produzione di Soft Moon Deeper, personalmente uno dei dischi migliori del 2015.
In Second Sight la drum machine è l’ossatura portante, il synth è il sangue che scorre nelle vene.

È tutto pronto per il debutto di Lucy Dacus: la cantante di Richmond è già al secondo singolo che spiana la strada per No Burden, primo album in studio. Dopo I Don’t Wanna Be Funny Anymore (uscito a novembre), ora con Strange Torpedo Lucy racconta la frustrazione che si prova quando si cerca di aiutare qualcuno che si ama ma lui/lei non lo accetta per orgoglio. E lo fa mantenendosi sempre in una posizione terza, pensando tra sé possibili soluzioni ma senza confrontarsi con i due amanti.
Il pop di Lucy Dacus è figlio dello stile di Florence + The Machine, e il 26 febbraio (data di uscita) potremo sentire se questa forte influenza ha coinvolto l’intero processo di scrittura. Intanto No Burden è già acquistabile sul sito di EggHunt Records.

post di questa categoria

51919770_340352986571618_6689221017295912960_n

Sorprese per questo fi...

Sorprese per questo fine febbraio. Festival, serate funky e swing | atp #165

Unloved

Unloved, Vök, Pereira...

Unloved, Vök, Pereira & more | Demography #354

DSC_3519

Firenze Fantasy parte ...

Firenze Fantasy parte il countdown NerdEco #57

K Á R Y Y N

K Á R Y Y N, Amon Tob...

K Á R Y Y N, Amon Tobin, Not Waving & more|Demography #353

ultimi post caricati

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Foto di Giuseppe Flavio Pagano

ensemble Entr’acte ...

ensemble Entr’acte – Concerti della Normale

50012384_10155968040120848_6768598884873666560_o

Pisa Jazz e tanti altr...

Pisa Jazz e tanti altri eventi | ATP #162

consulente del lavoro

Professione consulente...

Professione consulente del lavoro: Mario Taurino – #radioecogetajob

Commenti