Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

I 5 film da non perdere questo autunno secondo Radioeco

Dato che l’estate ha risentito delle maledizioni lanciateci dalla regina Elsa di Frozen, con piogge torrenziali e giornate gelide anche in pieno agosto, il minimo che ci aspettiamo è che, quello con cui avremo a che fare tra poco meno di 10 giorni, sia un autunno caldo e gradevole. Se così non fosse, lasciamoci riscaldare dalle sale cinematografiche di tutta Italia, perché quella che è alle porte si prospetta come una delle stagioni cinematografiche “più calde degli ultimi 10 anni” (ebbene sì, sto citando i servizi “altamente culturali” di Studio Aperto).

Dopo i vari tram-tram e isterie varie post-festival di Toronto, di Venezia, di New York e del pesce a Uliveto Terme, ad oggi la lista dei film consigliati per questo autunno è diventata davvero lunghissima; prendete per cui carta e penna e segnatevi i “5 film che non potete perdervi questo autunno” (mi raccomando, leggete questo titolo come lo leggerebbe il narratore di “1000 modi di morire” su D-MAX):

1. theory_of_everything_PosterA Hollywood sono sempre piaciuti i biopic, specialmente i biopic che fanno piangere, ma tipo piangere parecchio. Ecco dunque che, dopo la versione televisiva prodotta dalla BBC nel 2004 e proposta in Italia qualche anno fa dal canale National Geographic (perché National Geographic, per chi non lo sapesse, non fa vedere solo leoni, squali e delfini) arriva nelle nostre sale il film che inzupperà i fazzoletti di voi tutti spettatori: The Theory of Everything. Ispirato a Travelling to Infinity: My life with Stephen, raccolta di memorie firmata da Jane Hawking –l’ex moglie dello straordinario fisico Stephen Hawking- il film racconta gli anni in cui Stephen, eccellente studente a Cambridge negli anni ’60, si trova prima ad affrontare lo scoglio dell’innamoramento con Jane, poi quello ben più grave della malattia (forse l’atrofia muscolare progressiva) che, come tutti purtroppo ben sappiamo, lo hanno reso immobile su una sedia a rotelle e costretto a parlare attraverso una macchina. A vestire i panni di Stephen Hawking non troveremo più l’oramai onnipresente Benedict Cumberbatch come in Hawking, il film della BBC sopra citato, ma Eddie Redmyane, nome ai più sconosciuto, ma che forse diventa un po’ meno sconosciuto se alla solita domanda “ma chi è? Che cosa ha fatto?” vi rispondessi con un “ma dai! Era Marius ne I Miserabili di Tom Hooper!” (sì, ora potete controbattere con un bel “AHHHHH! MA VA, è LUI?”). Jane Hawking sarà invece interpretata da Felicity Jones, l’attrice già vista in The Tempest di Julie Taymor (ok, forse qui l’ho vista solo io e altre tre persone magari), e in The Amazing Spiderman 2 di Marc Webb (era la segretaria di Osborne). Solo guardando il trailer sento già l’odore di mille fazzoletti bagnati da lacrime che scendono come se non ci fosse un domani e manco un dopodomani. Se volete far colpo su una ragazza portatela a vedere questo film. Data di uscita? Se tutto va bene il 7 novembre 2014.

2. Che si diceva nel pezzo precedente? Benedict Cumberbatch è ovunque. Tra TV, cinema, teatro (sì perché nel 2015 Cumberbatch, le cui giornate probabilmente sono fatte di 48 ore e non di 24 visto i suoi ventordicimila impegni, sarà al Barbican Theatre di Londra con l’Amleto) mr. “uomo dal cognome impronunciabile” probabilmente sarà nuovamente a Los Angeles durante la cerimonia degli Academy Awards e questa volta come nominato. Non dico questo perché voglio portare rogna al quarantenne inglese, ma perché dopo la vittoria del suo nuovo film The Imitation Game al Toronto Film Festival, una nomination agli Oscar il signorino ce l’ha già in pugno. Siamo nella seconda guerra mondiale, e indovinate un po’? Il film parla del matematico e crittoanalista realmente esistito Alan Turing, il quale mise le proprie capacità al servizio dell’esercito, inventando il calcolatore Bomba al fine di decriptare il Codice Enigma, ossia il codice con il quale le Potenze dell’Asse comunicavano tra loro durante la guerra. Altro biopic, dunque… evviva! Che originalità! Turing sarà poi perseguitato per la sua omosessualità e… e… vabbè, devo veramente perdere tempo a dirvi di che parla il film? Tanto lo so che voi ragazze avete già deciso di andare a vedere questo film dopo la prima riga, ossia da quando avete letto che ci sarà Benedict Cumberbatch. Se poi state pure insieme con un matematico, o un appassionato di storia (o ancor peggio, un appassionato di biopic) signore questo è film per voi. Dal 20 novembre al cinema.

3. enhanced-buzz-wide-384-1406873867-8Non si sa ancora per quale stregoneria malefica, uscirà al cinema a dicembre, e non più il 2 ottobre, Gone Girl (tradotto per non si sa quale altra stregoneria malefica in Italia col tremendo titolo L’Amore Bugiardo), il nuovo e attesissimo film di David Fincher, ispirato al best-seller di Gillian Flynn. Ripeto: nuovo film di Fincher; best-seller di Flynn… Credo che non serva altro per farvi crescere l’attesa (e l’odio per i distributori italiani, i quali a sto punto ci godono a spostare film come questo solo per far star male noi poveri cinefili) e l’ansia di vedere questo film.

 

 

4. Prendete un Matthew McConaughey e una Anne Hathaway presi a fluttuare nello spazio; prendete un drastico cambiamento climatico che, in un futuro non precisato, ha colpito duramente l’agricoltura; prendete un gruppo di scienziati che sfruttando un “whormhole” (no, non sto citando Doctor Who e no, non ho idea di cosa sia questo “whormhole”) tentano di sfruttare e coprire le distanze dei viaggi interstellari cercando di esplorare nuove dimensioni; prendete una sala I-MAX pronta a trasmettere sullo schermo questa storia; e prendete un regista come Christopher Nolan a dirigere questo film, intitolato Interstellar. Che fate? Non andate a segnare sul calendario questa data: 6 novembre 2014? Nolan dirige un film stellare, con un cast stellare, in un universo stellare e io sono sicura che ci incanterà tutti, non facendoci capire ancora una mazza di quello che succederà nel film ed e per questo che lo andremo ad amare, in maniera ovviamente stellare.

5. Diciamocelo: negli ultimi anni Tim Burton ha perso un po’ lo smalto.article-2715720-203E491F00000578-480_634x475 Dopo il suo ultimo vero capolavoro, Sweeney Todd (2007) i film firmati dal suo genio non erano poi così geniali: Alice in Wonderland era abbastanza imbarazzante come film; Dark Shadows è invece un film da dimenticare. C’è pertanto molta attesa per Big Eyes, storia di un certo Walter Keane (Christoph Waltz), che tra gli anni ’50 e ’60 spacciava per propri quadri kitsch ritraenti curiose figure dagli occhi enormi, quando la loro vera autrice era sua moglie Margaret Keane (Amy Adams). Tutti noi speriamo che, facendo per una volta a meno dei suoi soliti collaboratori e attori feticci (come Johnny Depp e Helena Bonham Carter) Tim ritrovi la sua vena geniale e ritorni agli anni d’oro della sua carriera, regalandoci un nuovo capolavoro. Ci manca quel senso di gotico e surreale che solo Tim sapeva regalarci; ci mancano le sue favole pseudo-macabre e il suo umorismo nero; Tim ci manchi tu… il Tim autentico e non commerciale. Nella speranza di ritrovare il Tim che più ci piace, noi ci diamo appuntamento al cinema il 5 Gennaio 2015.

Finita sta pappardella, fatta passare sotto le mentite spoglie di una lista per la spesa (o per pseudo consigli per gli acquisti), non ci resta che andare in banca (o al più vicino supermercato), farci regalare una nuova agenda (o mini-calendario) e segnarvici sopra tutte le date qui sopra riportate; inoltre consiglio di andare dalla nonna, farci prestare un rosario e pregare che ulteriori rimandi e posticipazioni non vadano ad indugiare sui nostri fatidici countdown.

Elisa Torsiello per Radioeco

 

 

post di questa categoria

Musica W 2017 - Manifesto

Musica W Festival 2017...

Musica W Festival 2017 – TUTTE LE INFO

ATP (16)

eventi in Toscana: Mus...

eventi in Toscana: Music W Festival e non solo | ATP #91

Copy of Copy of ON POINT (9)

Demography #218 –...

Demography #218 – Mixtape | Da Actress a Clap! Clap!

ON POINT (10)

Demography #217 –...

Demography #217 – mixtape | Ninja Tune & More

ultimi post caricati

ATP (13)

eventi in toscana: Dj ...

eventi in toscana: Dj Gruff feat. Gianluca Petrella e tanto altro| atp #89

Dipartimento di Giurisprudenza Unipi

Giurisprudenza cambia ...

Giurisprudenza cambia verso: variano distribuzione esami e tirocinio

daground

DAGROUND 2k17 – ...

DAGROUND 2k17 – Interviste dal campo

ATP (10)

eventi in Toscana: WOM...

eventi in Toscana: WOM, Fricat e molto altro | ATP #87

Commenti