Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Un prestigioso riconoscimento per il logo della Pisa University Press

logoPisaUniverisityPressPer il logo della Pisa University Press arriva il “bronze prize” di “Brands of the world”, il database internazionale contenente centinaia di migliaia di immagini vettoriali, che ogni anno promuove una competizione per premiare le migliori creazioni grafiche in tutto il mondo. Il marchio della casa editrice dell’Università di Pisa, ideato da Davide Mariani, si è classificato terzo nella sezione “Educational” e rimarrà pubblicato nel sito e nei suoi archivi, nella sezione “Awards 2012”.

Il logo della Pisa University Press era stato selezionato attraverso un concorso aperto agli studenti e al personale dell’Ateneo, a cui avevano partecipato ben 237 persone. L’idea vincitrice era risultata quella di Davide Mariani, studente del corso di laurea in Ingegneria edile-architettura, giudicata la migliore per la sua linea semplice ed elegante, che ben si adatta al restyling grafico dell’intera produzione editoriale della casa editrice, che nelle copertine e nell’impaginato si caratterizza, oltre che per l’alta qualità, per l’impronta fresca e dinamica.

pus

 Il rettore Massimo Augello il giorno della premiazione di Davide Mariani

post di questa categoria

Avanguardia

Quando i film d’...

Quando i film d’avanguardia diventano esperienze sensoriali.

4362142973_41e74dbc81_b

Aggiornare il corso di...

Aggiornare il corso di comunicazione L-20? Capiamo la nuova proposta

CLAIM NEW GROUNDS

Deposito Pontecorvo e ...

Deposito Pontecorvo e The Cage: esplosione Hip Hop | ATP #149

Ph. Irene Camposano

Bright 2018: a spasso ...

Bright 2018: a spasso per l’Orto Botanico di Pisa!

ultimi post caricati

Maisha

Maisha, Mulai, Gimlii ...

Maisha, Mulai, Gimlii | Demography #305

ATP5

Eventi in Toscana: un&...

Eventi in Toscana: un’esplosione di musica! | ATP #152

lu

Il Cavaliere di Eron a...

Il Cavaliere di Eron al PBF NerdEco #45

Campos

Campos, Little Dragon ...

Campos, Little Dragon & more| Demography #304

Commenti