Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Una settimana in un clic! – EMA

Il primo editoriale politico di RadioEco. Basta un clic per conoscere gli eventi politici più importanti della settimana, non solo dall’Italia, ma dall’Europa e dal mondo. Per questa settimana la svolta M5s, EMA, World Economic Forum e…

EMA

Politica Interna: Continua la svolta del m5s.
Dopo l’abbandono da parte di Beppe Grillo, all’interno de “ilblogdelleStellecontinuano i colpi di scena; si è infatti ritirato l’ammiraglio Rinaldo Vieri previsto come candidato al collegio uninominale di Roma nel quartiere Gianicolense. Al suo posto la deputata Carla Ruocco.
Gianluigi Paragone ha scelto il M5S e ai microfoni di ECG afferma:” [...]Penso proprio che potrei essere l’uomo del dialogo post voto tra Movimento Cinque Stelle e Lega. Salvini ha sbagliato ad allearsi con Berlusconi [...].”

Rebecca Del Carlo

Politica Europea: EMA, Milano spera ancora
L’EMA, agenzia comunitaria dell’Unione europea per la valutazione dei medicinali, cerca ancora casa. Quello che prima era un sospetto, ora è certezza. La sede di Amsterdam che dovrebbe ospitare il trasloco da Londra entro marzo 2019, dopo la Brexit, sarà pronta solo a fine 2019. Milano, beffata dal sorteggio, già pronta e operativa col palazzo Pirellone, ci riprova. Il sindaco Sala ha contattato il Presidente Gentiloni, il quale assicura che l’Italia farà di tutto per un ripescaggio e presenterà ricorso alla commissione europea. Provvisoriamente gli olandesi hanno trovato un’altra soluzione con altri locali, ma gli spazi sono molto più ristretti di quelli di Londra. “I tempi stringono – dichiara Guido Rasi, direttore dell’Agenziaquesto doppio trasferimento costringerà a investire più risorse”. In attesa di un nuovo verdetto, la cittadinanza milanese resta col fiato sospeso, dal momento che con i suoi 600 funzionari l’EMA genera un indotto per la città ospite pari a oltre 1,5 miliardi di euro l’anno.

Costantino De Luca

Politica Mondiale: Tornado Trump al World Economic Forum
Come ogni anno, nella neve di Davos in Svizzera, tra il 23 e il 26 gennaio, si è tenuto il principale evento organizzato dal World Economic Forum. Seppur le previsioni dessero come protagonisti intelligenza artificiale, valute digitali ed economia circolare, la vera star è stata Donald Trump e il suo protezionismo in campo economico. Nel tempio del libero mercato, Trump, che ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo commerciale con i paesi asiatici, che ha chiuso ad un trattato transatlantico con l’Europa, non ha perso tempo a sottolineare come l’America sia tornata ancora una volta competitiva. Il messaggio del Tycoon è stato chiaro: “Gli Stati Uniti non tollereranno più pratiche scorrette nel commercio internazionale”. Ovvero, i grandi accordi di libero scambio infiacchiscono l’economia statunitense e minacciano i posti di lavoro. Cina e Germania, paladine del libero mercato, che godono verso l’America di un interscambio commerciale positivo di 350 e 60 miliardi di dollari, sono avvertite.
Costantino De Luca

 

Politica regionale: 8000 ragazzi per il giorno della Memoria
Il 27 gennaio di ogni anno si celebra il Giorno della Memoria dedicato a tutte le vittime della feroce idea razzista e come ogni anno a Firenze si è celebrata la tradizionale iniziativa della Regione Toscana. Il governatore Enrico Rossi ha invitato tutti i ragazzi presenti a mobilitarsi difronte al razzismo perché “voi avete il diritto di lottare e scendere in piazza“. Al Mandela Forum hanno partecipato anche i diretti interessati, uomini e donne che sono testimonianza vivente delle persecuzioni, dei campi di concentramento e di tutto quello che la politica antisemita ha portato al mondo: Katharina Von Schnurbein, coordinatrice della Commissione Ue per il contrasto all’antisemitismo, ha affermato dal palco che serve una società civile molto forte, unita contro il razzismo. “Abbiamo bisogno di persone che si adoperano per ciò che è giusto, che reagiscono quando un amico viene molestato sui social, che agiscono quando vedono atti razzisti“.

Giammario Spada

ULTIM’ORA: Saviano contro Di Maio: “si scusi su “Ong-taxi”
Il giornalista e scrittore napoletano Roberto Saviano attraverso un post su Facebook chiede a Luigi Di Maio, leader politico del M5S, di scusarsi per l’affermazione contro le Ong che lavorano in mare evitando la morte di centinaia di profughi al supporto della flotta marina e della guardia costiera italiana. Secondo SavianoLuigi Di Maio pubblica un post su Facebook in cui definisce le imbarcazioni delle Ong impegnate a salvare vite umane “taxi del mare”. Una dichiarazione che dà il via a una strategia politica criminale.” E aggiunge che “Dopo il consenso mediatico di quella sua orrenda dichiarazione, Minniti ha avuto mano libera sugli accordi libici che l’Italia ha stretto con trafficanti inumani di esseri umani e non con un governo organizzato per fermare i flussi.”. “Ora Di Maio nega di aver mai definito le Ong “taxi del mare“. Chieda scusa”.

Giammario Spada

Per RadioEco: Rebecca del Carlo, Costantino De Luca e Giammario Spada

post di questa categoria

Danteprima - Dal 23 al 26 Maggio

Danteprima: il festiva...

Danteprima: il festival sulle opere di Dante Alighieri

consultazioni

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Nuovo giro di consultazioni

Cambridge Analytica

Cambridge Analytica &#...

Cambridge Analytica – Una settimana in un clic!

Laurea in Filosofia - Facoltà da Sfatare

Filosofia – Le F...

Filosofia – Le Facoltà da Sfatare

ultimi post caricati

krautrock

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #14: IL KRAUTROCK

Lady Diana, Sfighe Stellari

Diana, il suo sfortuna...

Diana, il suo sfortunato #royalwedding – Sfighe Stellari

Estère

Estère, Kamaal & ...

Estère, Kamaal & More | Demography #273

spettacoli

Spettacoli in Toscana:...

Spettacoli in Toscana: Reverse, Lumiere e tanto altro! | ATP #130

Commenti