Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Usain Bolt, il fenomeno spiegato con una foto

usain-bolt-pose

Rio 2016 sarà l’ultima Olimpiade di Usain Bolt, indiscutibilmente il più grande velocista della storia dell’atletica. Un fenomeno immortalato in tutta la sua essenza da una foto ormai divenuta simbolo.

L’ultima Olimpiade di Usain Bolt è stata la rassegna che lo ha consegnato definitivamente e in maniera completa nella storia (se già non fosse stato abbastanza quel 9.58 di Berlino 2009 che ancora fa impallidire), e pure lui sembra averne preso coscienza accostandosi di fatto a due dei più grandi dello sport di ogni epoca come Pelè e Muhammad Alì. Rio 2016 è stata l’edizione che ha visto la terza tripletta (100, 200, 4×100) consecutiva per lo sprinter giamaicano. Un’impresa mai riuscita a nessuno che lo issa a nove medaglie d’oro olimpiche come il “figlio del vento” Carl Lewis. Continuerà a correre e gareggiare il 30enne giamaicano ma la sensazione sembra che con l’addio alle Olimpiadi si sia come chiusa la carriera (almeno nella sua parabola massimale) di un fenomeno atletico che ha cambiato questa disciplina come nessun altro nella storia.

Usain Bolt è indiscutibilmente il più grande velocista mai esistito. Nessuno come lui ha saputo spostare le frontiere della velocità con una tale nettezza. Per migliorare il record del mondo nei 100 metri di 0.11 centesimi, prima di lui, c’erano voluti 12 anni. Dal 1996 col canadese Donovan Bailey fino allo stesso Bolt a New York prima delle Olimpiadi di Pechino 2008. Lui c’e riuscito in un colpo solo, con quella stratosferica gara a Berlino 2009 che fece “venire giù” lo stadio.

Noi che lo abbiamo ammirato in tutto il suo strapotere fisico lo potremo raccontare in futuro in molti modi. Potremo dire come ha portato l’atletica su un’altra dimensione a suon di record mondiali tra 100 e 200 metri oppure come rallentò negli ultimi 50 metri della finale a Pechino 2008 facendo segnare lo stesso un incredibile record mondiale. Oppure potremo mostrare la foto scattata da Cameron Spencer durante la semifinale dei 100 metri durante queste ultime Olimpiadi appena concluse. Un’immagine cartonesca stile “Bip Bip ed il Coyote” diventata già un’icona dell’essere Usain Bolt e un racconto di una carriera da inseguito.

Posa da scultura futurista con busto e viso nitidi e gambe sfuocate, sguardo all’indietro per cercare la posizione degli avversari e quel sorriso che da alla foto un tocco di irriverenza e divina superiorità. Ovvero gli elementi di cui è composta l’aura di Usain Bolt, che in tutta la sua carriera ha saputo dispensare siparietti come un fine showman oltre ai record del mondo. In un singolo frammento c’e tutto Usain Bolt, l’uomo che trova il tempo di sorridere (o di ridere come nel caso della semifinale dei 200 insieme al canadese De Grasse) mentre tutti gli altri sono deformati dalla tensione e dallo sforzo fisico, intenti in un inseguimento che dura ormai da un decennio e che non troverà mai compimento.

Questo perchè Usain Bolt ha deciso di lasciare l’Olimpiade da imbattuto ed imbattibile e per salutarci ha deciso di mostrarci questa dimostrazione di onnipotenza che però è stata proprio come lui, velocissima. Troppo per i nostri occhi incapaci di notarla. Tanto veloce che solo un fortunoso obiettivo fotografico che nemmeno doveva trovarsi li è riuscito a catturarcela e a donarcela per farla passare alla storia.

Giacomo Corsetti

 

 

post di questa categoria

Piefrancesco Davigo: "L'Evoluzione della Corruzione"

Piercamillo Davigo all...

Piercamillo Davigo all’unipi: “L’Evoluzione della Corruzione”

20170421_182407

Gabriele del Grande li...

Gabriele del Grande libero subito!

ATP

eventi in Toscana: Si...

eventi in Toscana: SickTamburo live e molti altri| ATP #76

0001

WOM FEST: il festival ...

WOM FEST: il festival della musica indie arriva a Lucca

ultimi post caricati

snarky puppy

Dopo il terzo Grammy, ...

Dopo il terzo Grammy, intervista agli Snarky Puppy @ Pisa Jazz

risotto viola

Risotto Viola alla Mel...

Risotto Viola alla Mela e Limone

Press conference- Marquez, Rossi e Viñales - MotoGP.com

Rossi “sei” primo!...

Rossi “sei” primo! La febbre delle due ruote

Itaca exwide (2)

Itaca – L’...

Itaca – L’amore è tornato in città – “itaca mi manchi” release party @ Ex Wide [live report]

Commenti