Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Venerus: il jazz italiano 2.0 tra sax e synth

Un Bruno Martino dei tempi moderni, ma sulle batterie alla Kaytranada: Andrea Venerus, un cantautore e produttore di San Siro dal cuore tenero e dalla voce mozzafiato.

Andrea Venerus

Andrea Venerus

Siamo stati al Lumiere in occasione della tappa pisana del primo tour ufficiale di Venerus ed è stato come fare un viaggio a Chicago, tra i palazzi e i club che hanno visto Miles Davis e Coltrane esibirsi alcuni decenni fa.
A che punto è la notte è il primo ep di Andrea Venerus, giovane cantautore e produttore milanese, è un viaggio che parte dal blu scuro della notte, dall’intimità del sax e delle vibes jazz che si mescolano a batterie hip hop e dance, riff di chitarra e synth. Il tutto impreziosito da testi che raccontano storie di vita quotidiana e momenti di solitudine.

Andrea ha rilasciato un’intervista ai microfoni di RadioEco, che riportiamo di seguito:

WhatsApp Image 2019-03-08 at 10.57.17
Venerus ha l’attitudine del cantante jazz, dell’artista notturno che immagazzina immagini e frame di vita rendendoli vivi attraverso la musica e colorandoli con note blu. Un ragazzo spontaneo e dal talento indescrivibile, Venerus, che sul palco del Lumiere ci ha regalato delle belle feels, seduto dietro al piano o in prima fila suonando la sua chitarra.

WhatsApp Image 2019-03-08 at 10.57.17 (1)
Andrea Venerus è stata una bella sorpresa per la musica italiana, ha portato una ventata di novità e di stile e Gemitaiz se n’è accorto da subito, invitandolo per una collaborazione all’interno del suo ultimo mixtape. Il brano in questione è Senza di me, che vede anche una strofa di Franco126, e ha già riscosso un grandissimo successo sia su Spotify sia su YouTube, con il video pubblicato qualche giorno fa e girato a Roma.
Ma oltre al jazz innovativo e intimistico di Venerus, al Lumiere abbiamo avuto anche l’occasione di conoscere dei giovani talenti emergenti direttamente da Milano. Stiamo parlando di Halba e Foldino, due rapper conscious che si muovono su sound neosoul.
I due ragazzi di Cinisello Balsamo sono ben lontani dalla wave del momento, dalla trap fatta di ostentazione e punchline. Infatti i loro testi sono più introspettivi e romantici, ma non mancano per nulla di stile, anzi Halba e Foldino ne hanno da vendere e speriamo davvero che l’Italia se ne accorga al più presto.

post di questa categoria

WhatsApp Image 2019-03-23 at 02.34.26

Pasta al Forno –...

Pasta al Forno – Universitari in Cucina

nubya garcia

Nubya Garcia live al P...

Nubya Garcia live al Pisa Jazz Festival .

SYML

SYML, Tusks, The Cranb...

SYML, Tusks, The Cranberries & more | Demography #369

23 marzo lumiere

Marzo volge al termine...

Marzo volge al termine ma non le novità che ci riserva!

ultimi post caricati

carnì-800x1000

“Cose storteR...

“Cose storte” di Andrea Carnì alla Libreria Pellegrini

donne 3

Donne in festa!Tanti e...

Donne in festa!Tanti eventi da non perdere questa settimana! |atp #167

DSC_8463

Emma Goldman – F...

Emma Goldman – Femminismo e anarchia alla Sms Biblio

oznor

Gli Anni 50 – Le imm...

Gli Anni 50 – Le immagini di un decennio a Pisa

Commenti