Oppure copia e incolla questo link dove vuoi!

Zen Circus, LIBERATO, Enne & more | Demography #252

Questo numero di Demography è decisamente made in Italy. Dal nuovissimo singolo degli Zen Circus, all’ultima hit di LIBERATO, dall’instant video di Enne a Lucy Anne Comb. Tanta, tantissima musica.

Zen Circus (foto di Ilaria Magliocchetti )

Zen Circus (foto di Ilaria Magliocchetti Lombi)

Il Circo Zen è finalmente tornato! Ieri è uscito il nuovo singolo, Catene, che anticipa il nuovo album degli Zen Circus, Il Fuoco in una Stanza, decimo album in studio della band. Per il disco dovremo aspettare ancora un po’, dal momento che uscirà il prossimo 2 marzo per Woodworm Label/La Tempesta, nel frattempo gli Zen tornano con un brano che affronta in maniera poco convenzionale il tema della morte e dei legami affettivi. Il sound è quello che ormai caratterizza gli Zen da anni, ma ci sono accenni di un cambiamento di cui potremo parlare dopo la pubblicazione dell’album. Intanto vi lascio con il video di Catene, girato da Zavvo Nicolosi, e vi ricordo che da aprile, gli Zen Circus tornano a suonare in giro.

È il turno di Lucy Anne Comb, nome dietro cui si nasconde Guido Brualdi, voce fuori dal tempo che ammicca al folk e songwriting americano. Dopo l’EP Yourselfie, uscito due anni fa, Lucy Anne Comb torna con un nuovo lavoro, Letting You Go. Registrato da Luca Sorbini nella sua camera di casa, l’album si avvale della collaborazione di Erica Terenzi dei Be Forest, non a caso le parti elettriche e le percussioni sono state registrate nella sala prove di questi ultimi.
Letting You Go è un album intimo, in cui Guido racconta com’è avere vent’anni, tra piaceri e sofferenze, con una forza grezza, ma pura e sincera come solo i ragazzi sanno fare. Lasciatevi struggere dalla melodia e dalla voce di Guido, che ben ci fa sperare per i suoi prossimi lavori.

Continuiamo con l’instant viral video di Enne, Al Centro di una Guerra, realizzato dalla ripresa first take della diretta sulla pagina ufficiale di ENNE  e da tante altre stories Instagram e riprese avvenute contemporaneamente alla stessa, tra l’1:30 e le 2:00 di un sabato notte, quando numerosi artisti, dj, locali, serate, influencer e realtà della scena indie hanno ascoltato in anteprima il singolo filmandosi e trasmettendo sui social. Hanno partecipato anche molti fan, a partire dai presenti alla serata Zelda a Bergamo, dove è stata girata la parte centrale del video, fino a Roma, Parigi, Berlino, Londra, Sydney, Cuba e tantissime altre città. Il montaggio con l’acquisizione (anche qui in presa diretta) di tutte le riproduzioni su programmi e interfacce native di Windows ’95, richiama l’estetica ipervirale della vaporwave, per un video che i più attenti noteranno essere stato creato a loop infinito.
Al centro di una guerra è lo sfogo di una generazione che si sente talmente aliena a tutto da scomparire ancor prima di essere, ma anche un’amara riflessione autocritica e autoironica sui social e sull’hating, che accoglie nelle sue braccia sempre più adepti, anche noi. In fondo è esattamente l’odio quello che ci unisce.

Concludiamo questo numero di Demography con un’uscita che non potevamo non inserire. Qui a Radioeco siamo persone molto semplici, esce un nuovo singolo di LIBERATO  e lo spammiamo allegramente in ogni dove!
Me Staje Appennenn’ Amò è il brano che la nostra incognita preferita ha finalmente pubblicato, dopo averlo presentato allo scorso Club To Club. Come sempre insieme al brano è arrivato il videoclip, realizzato anche questa volta da Francesco Lettieri. Il video si apre con Rosa Rubino (al secolo Salvatore), la quale parte con un discorso introduttivo alla canzone sulla diversità, sui cambiamenti che la società sta vivendo, sul riuscire a non sentirsi più diversi dagli altri. È un messaggio forte, un invito a lottare per essere se stessi.
Il video di Lettieri racconta anche questa volta una storia d’amore, come la canzone stessa d’altronde, ma lo scenario è diverso. Restano i luoghi simboli di Napoli, il resto è tutto puntato sulla realtà LGBTQ campana.
Il pezzo, neanche a dirlo, è destinato a restarci in testa ad oltranza: abbandonati i ritmi caraibici, cassa dritta, LIBERATO torna e noi siamo tutti contenti.

 

Grazia Pacileo

 

 

 

post di questa categoria

krautrock

IL TRONO DI SOTTOCULTU...

IL TRONO DI SOTTOCULTURE #14: IL KRAUTROCK

Lady Diana, Sfighe Stellari

Diana, il suo sfortuna...

Diana, il suo sfortunato #royalwedding – Sfighe Stellari

Estère

Estère, Kamaal & ...

Estère, Kamaal & More | Demography #273

spettacoli

Spettacoli in Toscana:...

Spettacoli in Toscana: Reverse, Lumiere e tanto altro! | ATP #130

ultimi post caricati

Danteprima - Dal 23 al 26 Maggio

Danteprima: il festiva...

Danteprima: il festival sulle opere di Dante Alighieri

31646735_1843444309009259_7549388029064904704_n

Gli UOVI … del Teatr...

Gli UOVI … del Teatro dell’ Assedio

consultazioni

Una settimana in un cl...

Una settimana in un clic! – Nuovo giro di consultazioni

FB_IMG_1525189119953-01

Expo Motori 2018: a tu...

Expo Motori 2018: a tutto gas!

Commenti